Giovedì, 13 Ottobre 2016 14:17

Numerosi controlli e denunce effettuati dai carabinieri in tutto il Vibonese

Scritto da Redazione
Letto 2671 volte

Sono stati diversi i controlli e le denunce effettuate dai carabinieri tra ieri e oggi nel Vibonese.

A Limbadi i militari della Compagnia di Tropea hanno denunciato il proprietario di un bar del centro perché ritenuto responsabile del reato di somministrazione di bevande alcoliche a persona in stato di manifesta ubriachezza. I carabinieri avevano sorpreso il commerciante a vendere superalcoolici ad un uomo in evidente stato di ebbrezza. Sempre a Limbadi, una seconda denuncia ha interessato una donna di origine romena, classe 1972, responsabile del reato di furto di energia elettrica. Il controllo, effettuato con il supporto tecnico del personale dell’Unità di misura regione Calabria dell’ente erogatore di energia elettrica, era stato eseguito direttamente presso l’abitazione della donna ed aveva fatto emergere la manomissione della rete elettrica, mediante la creazione di una diramazione, utile ad escludere il contatore dal circuito. A Joppolo, i carabinieri della locale stazione hanno invece deferito in stato di libertà V. G., 52enne del luogo con precedenti di polizia, ritenuto responsabile del reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento emesso dall’Autorità giudiziaria. L’uomo non aveva osservato le disposizioni dettate dal provvedimento emesso dal Tribunale di Vibo Valentia riguardo lo smaltimento di rifiuti pericolosi giacenti su un terreno di sua proprietà, sotto sequestro dal 2015.

A Nicotera, altre due denunce. La prima all’indirizzo di S. N., romeno classe 1967, resosi responsabile del reato di detenzione abusiva di munizioni. All’esito di una perquisizione domiciliare, erano infatti state rinvenute diverse cartucce calibro 16 per fucile da caccia. Le munizioni, illegalmente detenute, sono state dunque sequestrate. Il secondo procedimento ha invece interessato D. S., disoccupato classe 1977, responsabile del reato di danneggiamento. L’uomo era stato sorpreso da una gazzella dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Tropea mentre danneggiava, per futili motivi relativi a problemi di parcheggi sulla pubblica via e facendo uso di un bastone,  l’autovettura di un vicino di casa.

Altri controlli a Ricadi, dove i carabinieri della Stazione di Spilinga hanno deferito in stato di libertà R. R., insegnante vibonese del 1957, resosi responsabile del reato di omessa custodia di armi. I militari, in tal caso, hanno accertato che l’uomo deteneva armi e munizioni di sua proprietà senza adottare alcuna misura di sicurezza e, pertanto, sottoposte a sequestro.

A Zungri una denuncia per G. G., artigiano classe 1971, resosi responsabile del reato di ricettazione, in quanto custode, in un immobile di sua proprietà, di due trattrici agricole con identici numeri di telaio. I mezzi sono stati sottoposti a sequestro al culmine dell’ispezione. Sempre a Zungri, due fratelli del luogo, entrambi autotrasportatori, sono stai invece denunciati in quanto ritenuti responsabili del reato di violazione di sigilli. I due erano stati sorpresi mentre erano intenti ad eseguire lavori edili su un proprio fabbricato, già oggetto di sequestro a seguito di abusivismo edilizio.

Una denuncia anche a Tropea, questa volta all’indirizzo di S. T., residente a Francica, classe 1959. L’uomo, titolare di una  struttura ricettiva ubicata a Tropea, aveva omesso, in più occasioni, di comunicare alla competente autorità le generalità degli alloggianti. A tal proposito, il Comune di Tropea, ha messo anche un provvedimento di chiusura della stessa struttura ricettiva.

A San Calogero, i militari della locale stazione hanno invece denunciato due pregiudicati del luogo, resisi responsabili di porto ingiustificato di armi e possesso di chiavi alterate e grimaldelli. I due, perquisiti, erano in possesso di un coltello a serramanico del genere vietato e di oggetti atti allo scasso. Il materiale rinvenuto è stato chiaramente sottoposto a sequestro.

Sempre nel corso dei servizi effettuati sul territorio sono state eseguite complessivamente, con esito negativo, ulteriori 2 perquisizioni domiciliari, 14 veicolari e 16 personali. Due giovani sono stati inoltre segnalati alla Prefettura di Vibo Valentia quali assuntori di sostanze stupefacenti, a norma dell’articolo 75 del DPR 309 del 1990: nel corso di due perquisizioni personali, i giovani venivano trovati in possesso rispettivamente di 2 e 1 grammo di marijuana.

Anche i Carabinieri della Stazione di Arena, nell’ambito delle attività coordinate dalla Compagnia di Serra San Bruno, hanno segnalato oggi due giovanissimi, trovati in possesso ad Acquaro di circa 1,5 grammi di hashish e marijuana. 

 

 

SPAZIO ELETTORALE

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno