Stampa questa pagina
Mercoledì, 11 Novembre 2015 12:47

Ombre sulla Trasversale. Il tratto Gagliato-Argusto ancora chiuso per problemi strutturali?

Scritto da Salvatore Albanese
Letto 2694 volte

Si fa ancora più intricata la trama, già abbastanza aggrovigliata, del tratto della Trasversale delle Serre afferente al tronco Argusto-Gagliato. Una “fetta” della strada a scorrimento veloce, che avrebbe dovuto collegare la costa tirrenica vibonese a quella ionica catanzarese, passando per le montagne delle Serre. 

Un paradosso nel paradosso, all’interno di un’opera, la Trasversale – progettata per la prima volta nel 1966, quarantanove anni fa – ancora realizzata ad intermittenza. In alcuni punti, i cantieri sono infatti aperti o sospesi, come proprio nel tratto Argusto-Gagliato, praticamente concluso da circa 2 anni, pronto per la consegna se non fosse, pare, per la mancata istallazione dei guard-rail in alcuni punti della carreggiata e della segnaletica orizzontale e verticale lungo qualche centinaio di metri del tratto. 

Eppure, i semplici interventi di completamento e messa in sicurezza del tronco Argusto-Gagliato, di fatto, si erano fermati inspiegabilmente dal 2013, per poi riprendere l’estate scorsa, anche a seguito delle sollecitazioni del presidente della Regione, Mario Oliverio. Ma dopo qualche settimana dalla ripresa delle attività, ecco arrivare un nuovo stop che ha il sapore della beffa. L’attuale fase di stallo sarebbe determinata da qualche cavillo burocratico e dalla carenza di liquidità che ha interessato la ditta impegnata nei lavori. Ristrettezze, queste, che non avrebbero permesso, di conseguenza, il completamento del tratto della Trasversale, annoverata nella classifica ufficiale delle maggiori opere nazionali in via di conclusione stilata dall’Anas. 

Ecco, però, che emergono nuove, e ben più preoccupanti, ombre sui lavori in questione. Ad esplicitare i sospetti, al momento infondati, è il primo cittadino di Torre di Ruggiero, Pino Pitaro che, dalle pagine della Gazzetta del Sud, questa mattina, ha lanciato un appello all’Anas, rispetto a presunte anomalie che riguarderebbero proprio il tronco Argusto-Gagliato: «Occorre che, senza indugio, e con immediatezza, l’Anas sgomberi, anche attraverso una comunicazione formale ed ufficiale, la voce circolante tra la popolazione, di certo infondata e senza alcun riferimento, secondo cui tale tratto stradale non verrebbe aperto al pubblico a causa di gravi problemi strutturali che ne impedirebbero il collaudo statico, noi siamo certi che tale voce circolante sia del tutto destituita da fondamento».

Intanto, proprio per fare luce sulle potenziali criticità del tratto Argusto-Gagliato, e per avere maggiori chiarimenti anche sui tempi di consegna del tratto Chiaravalle Centrale – Torre di Ruggiero, proprio il sindaco Pitaro, congiuntamente ad alcuni colleghi a capo di Comuni del comprensorio delle Pre Serre catanzaresi, ha formalmente richiesto una convocazione del Capo compartimento dell’Anas di Catanzaro, Vincenzo Marzì.

Articoli correlati (da tag)