Giovedì, 08 Aprile 2021 13:09

Petrolmafie spa, anche i clan del Vibonese nel business dei carburanti. Eseguite 71 misure cautelari – I NOMI

Scritto da Redazione
Letto 2364 volte

È stata denominata Petrolmafie spa la maxi operazione eseguita stamattina dagli uomini della Guardia di finanza dei Comandi provinciali di Napoli, Roma, Catanzaro e Reggio Calabria, unitamente ai finanzieri dello Scico e ai carabinieri del Ros, coordinati dalle rispettive Direzioni distrettuali antimafia e dalla Procura nazionale antimafia e antiterrorismo. Si tratta dell'epilogo di indagini condotte su una duplice direttrice investigativa che avrebbero fatto emergere, secondo l’accusa, la gigantesca convergenza di strutture e pianificazioni mafiose originariamente diverse nel business dell’illecita commercializzazione di carburanti e del riciclaggio di centinaia di milioni di euro in società petrolifere intestate a soggetti insospettabili, meri prestanome.

Sul campo oltre mille militari dei rispettivi Nuclei PEF e dello SCICO della Guardia di finanza, nonché su Catanzaro dei ROS dei carabinieri. Mentre sul fronte camorristico risulta la centralità del clan Moccia nel controllo delle frodi negli oli minerali oggetto delle misure odierne, sul versante della 'ndrangheta i clan coinvolti sono Piromalli, Cataldo, Labate, Pelle e Italiano nel Reggino e Mancuso di Limbadi, Bonavota di Sant’Onofrio, gruppo di San Gregorio, Anello di Filadelfia e Piscopisani. Sono state complessivamente 71 le misure cautelari applicate contro ‘ndrangheta e camorra.

DDA DI CATANZARO Per quel che riguarda il territorio di competenza della Dda di Catanzaro, è stato eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di 15 indagati, mentre ammonta a 142 milioni di euro il valore dei beni sequestrati. I reati ipotizzati sono: associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, riciclaggio, intestazione fittizia di beni, tutti aggravati dalle modalità mafiosa, nonché associazione per delinquere finalizzata all'evasione dell'IVA e delle accise sui prodotti petroliferi destinati al consumo.

Destinatari del provvedimento di fermo sono:
1. AGOSTA Alberto Pietro, cl. 86 di Sant’Agata Li Battiati (CT);
2. ANELLO Francescantonio, cl. 89 di Filadelfia (VV);
3. BORRIELLO Luigi, cl. 75 di San Giorgio a Cremano (NA);
4. D’AMICO Antonio, cl. 64 di Vibo Valentia;
5. D’AMICO Giuseppe cl. 72 di Vibo Valentia;
6. GIORGIO Salvatore cl. 74 di Chiaravalle Centrale (CZ);
7. MANCUSO Francesco, cl. 57 di Limbadi (VV);
8. MANCUSO Silvana, cl. 69, di Limbadi (VV);
9. MONTELEONE Francesco, cl. 85, di Vibo Valentia;
10. PADURET Irina, cl. 86, di Milano;
11. PORRETTA Francesco Saverio, cl. 74, di Milano;
12. PUGLIESE Rosamaria, cl. 75, di Nicotera;
13. RIGILLO Domenico, cl. 72 di San Vito Sullo Ionio (CZ);
14. RUCCELLA Giuseppe, cl. 81 di Filogaso (VV);
15. TIRENDI Alessandro Primo, cl. 82 di Gravina di Catania (CT).

DDA DI REGGIO CALABRIA Per quel che riguarda, invece, la Dda di Reggio Calabria, sono state eseguite 23 misure cautelari, di cui 19 in carcere e 4 ai domiciliari. inoltre, sono stati eseguiti sequestri per oltre 600 milioni di euro. Questi i reati ipotizzati, associazione di stampo mafioso, associazione per delinquere aggravata dall’agevolazione mafiosa, frode fiscale, riciclaggio e ricettazione.

Destinatari dei provvedimenti cautelari:

CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE
1. RUGGIERO Gianfranco cl. 61;
2. DE LORENZO Giuseppe cl. 75;
3. CASILE Antonio cl. 69;
4. CAMASTRA Giovanni cl. 64;
5. CAMASTRA Domenico cl. 71;
6. BONAFORTUNA Cosimo cl. 75;
7. SABATINO Salvatore cl. 69;
8. ANASTASIO Camillo cl. 64;
9. ANASTASIO Mattia cl. 91;
10. DE MAIO Luigi cl. 80;
11. MUROLO Roberto cl. 79;
12. GITANO Mario cl. 85;
13. DEVOTO Luigi cl. 91;
14. AMOROSO Salvatore cl. 66;
15. CEPOLLARO Raffaele cl. 88;
16. LEONARDI Sergio cl. 78;
17. FABRETTI Carmelo cl. 80;
18. BARBARINO Eugenio cl. 84;
19. ROMEO Orazio cl. 69.

ARRESTI DOMICILIARI
20. MORABITO Francesco Stefano cl. 64;
21. DI MAURO Antonio cl. 74;
22. ZECCATO Carla cl. 68;
23. GRIPPALDI Antonino cl. 68.

DDA DI ROMA Nel territorio di competenza della Dda di Roma sono state eseguite 23 misure cautelari, di cui 10 in carcere e 13 ai domiciliari. Inoltre, sono stati eseguiti sequestri per oltre 200 milioni di euro. Questi i reati ipotizzati: associazione per delinquere costituita per la commissione di plurimi reati tributari, illecita commercializzazione di prodotti petroliferi, riciclaggio nonché autoriciclaggio, anche al fine di agevolare le attività di associazioni di tipo mafioso.

Destinatari dei provvedimenti cautelari:

CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE
1. AURIEMMA Ferdinando, nato a Caserta il 19.02.1979;
2. BETTOZZI Anna, nata a Roma il 27/07/1958;
3. BETTOZZI Filippo Maria, nato a Roma il 02/09/1987;
4. COPPOLA Alberto, nato a Napoli il 19.07.1967;
5. D'AGOSTINO Felice, nato a Terlizzi (BA) il 3.02.1982;
6. MERCADANTE Giuseppe, nato a Caserta il 13.01.1979;
7. MOCCIA Antonio, nato ad Afragola (NA) il 13.06.1964;
8. STRINA Roberto, nato il 20.12.1980;
9. SCHIAVONE Armando, nato a Capua (CE) il 07.12.1974;
10. VIVESE Giuseppe, nato a Napoli il 06.08.1983;

ARRESTI DOMICILIARI
11. CIUCCIO Raffaele, nato ad Afragola (NA) il 19.06.1964;
12. COPPOLA Eduardo, nato Napoli il 16.12.1962;
13. COPPOLA Roberta, nata a Torre del Greco (NA), il 02.03.1998;
14. COPPOLA Silvia, nata a Torre del Greco (NA) il 23.02.1995;
15. DEL BENE Vittorio, nato a Nocera Inferiore (SA) il 05.02.1981;
16. DI CESARE Virginia, nata a Roma il 25.09.1993;
17. D'APOLITO Ilario, nato a Vallo della Lucania (PZ) il 13.07.1982;
18. DI FENZA Luigi, nato a Napoli il 22.02.1954;
19. LIBERTI Domenico, nato a Napoli il 26.03.1969;
20. LIONE Marco, nato a Napoli il 31.07.1973;
21. SALVI Stefano, nato a Roma il 08.10.1979;
22. SPADAFORA Gennaro, nato a Torre del Greco (NA) il 28.10.1974;
23. TOSCANO Claudio, nato a Napoli il 13.02.1966.

DDA DI NAPOLI Nel territorio di competenza della Dda di Napoli sono state eseguite 10 misure cautelari, di cui 6 in carcere e 4 ai domiciliari. Inoltre, sono stati eseguiti sequestri per circa 4 milioni e 500 mila euro. Questi i reati ipotizzati: associazione di tipo mafioso, trasferimento fraudolento di valori, illecita concorrenza con minaccia o violenza, estorsione, riciclaggio, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, auto-riciclaggio, detenzione e porto illegale di armi.

Destinatari dei provvedimenti cautelari:

CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE
1. COPPETA Gabriele, nato ad Afragola il 04.04.1965;
2. COPPOLA Alberto, nato a Napoli il 19.07.1967;
3. D'AMICO Salvatore alias "O' Pirata", nato a Napoli il 01/08/1973;
4. LIBERTI Domenico, nato a Napoli il 26.03.1969;
5. MAZZARELLA Francesco, nato a Napoli il 14.05.1971;
6. VIVESE Giuseppe, nato a Napoli il 06.08.1983.

ARRESTI DOMICILIARI
7. ABBONDANDOLO Claudio, nato a Napoli il 22.12.1972;
8. COPPOLA Silvia, nata a Torre del Greco (NA) il 23.02.1995;
9. DI BLASIO Maria Luisa, nata a Napoli il 21.11.1950;
10. FIANDRA Aldo, nato a Casoria (NA) il 20.04.1960;

Leggi anche:

Petrolmafie spa, la pista che da Giamborino porta agli imprenditori coinvolti

Video

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)