Stampa questa pagina
Giovedì, 10 Giugno 2021 11:19

Rafforzate le misure di vigilanza al cantiere del nuovo ospedale di Vibo

Scritto da Redazione
Letto 385 volte

È stato disposto il rafforzamento delle misure di vigilanza nel cantiere del nuovo presidio ospedaliero di località “Cocari”, alle porte di Vibo Valentia, dove il 1° giugno, intorno alle 23.30, sono stati dati alle fiamme alcuni mezzi parcheggiati nei pressi dei container in cui sono presenti gli uffici della ditta edile. Nella mattinata di ieri, infatti, si è tenuta presso la Prefettura di Vibo Valentia una riunione di coordinamento, presieduta dal prefetto Roberta Lulli, che ha visto la partecipazione del questore, del comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, del comandante provinciale della Guardia di finanza e del comandante provinciale dei vigili del fuoco.

Sull’accaduto, la Procura della Repubblica di Vibo Valentia, guidata dal procuratore Camillo Falvo, ha aperto un fascicolo, provvedendo inoltre a sequestrare i mezzi e a sentire il personale e il direttore dei lavori con l’intento di risalire ai responsabili. Mesi fa il cantiere in questione era stato posto sotto sequestro dalla magistratura in due operazioni che hanno riguardato la presenza di materiale di scavo che non era stato smaltito e i lavori, ritenuti non a norma, di sistemazione idrogeologia del fosso Calzone e della raccolta delle acque bianche.