Martedì, 11 Ottobre 2016 16:12

Sequestrata una vasta piantagione di cannabis al confine tra il Vibonese e il Reggino

Scritto da Redazione
Letto 2469 volte

La squadra di P.G. del Commissariato di P.S. di Serra San Bruno nella serata di ieri ha rinvenuto e distrutto un’altra piantagione di canapa indiana, dopo quella di duemila piante sequestrata a fine settembre ai limiti del territorio di Dinami.

Questa volta, la ancora più estesa piantagione è stata rinvenuta su di un terreno impervio in agro di San Pietro di Caridà, a immediato ridosso del confine sud della provincia vibonese.

Previe intese con l’Autorità Giudiziaria, la piantagione, composta da circa 5000 piante pervenute a maturazione, è stata estirpata e distrutta sul posto. Le piante, una volta essiccate e immesse sul mercato degli stupefacenti, avrebbero creato profitti alla criminalità per oltre duecentomila euro.

È in corso l’attività investigativa finalizzata all’identificazione dei responsabili della coltivazione.

SPAZIO ELETTORALE

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno