Stampa questa pagina
Venerdì, 27 Gennaio 2012 21:27

Serra: si torna alla 'normalità' con l'assalto ai distributori

Scritto da Angelo Vavalà
Letto 1753 volte

mini serra_san_brunoLo sciopero dei tir è finito ma il caos ancora regna sovrano. Dopo che quasi tutti i presidi degli autotrasportatori sono stati smantellati, il traffico lentamente è andato normalizzandosi e le merci, che per giorni erano rimaste bloccate, hanno ripreso il cammino verso i luoghi di destinazione. I beni di prima necessità hanno trovato nuovamente posto negli scaffali rimasti vuoti e le autocisterne di carburante, spesso scortate dalle forze dell'ordine, sono "finalmente" giunte a "dissetare" i tanti automobilisti rimasti a secco. I distributori sono stati presi d'assalto da file chilometriche di automobili con conseguente collasso del traffico cittadino in quasi tutti i paesi della Calabria. Anche i serresi, che fanno del "giro in macchina" un must in ogni stagione, non sono rimasti immuni dal caos.

Se fino a stamane i tre giorni di "carburante esaurito" avevano costretto molti serresi a riscoprire il piacere di una sana passeggiata per sbrigare le piccole faccende quotidiane, in un paese decimato di macchine e relativo inquinamento, dal primo pomeriggio siamo drasticamente ripiombati alla realtà. Code interminabili di auto fumanti erano presenti davanti a tutti e tre i distributori di carburante del paese della Certosa. Il traffico, già di per se penalizzato da una pessima condizione stradale, è praticamente collassato. Sulle tre strade di maggiore viabilità del paese c'erano ingorghi, tanta confusione e qualche scena di nervosismo eccessivo, evidentemente dovuta "all'astinenza da benza". La situazione si è gradualmente normalizzata per tornare definitivamente tranquilla verso le 21.00.

 

 

 

Articoli correlati (da tag)