Sabato, 06 Marzo 2021 08:03

“Uno chef per Elena Pietro” a Sanremo, De Francesco: «Giorni intensi per la crescita di nostri ragazzi»

Scritto da Bruno Greco
Letto 901 volte

Come un direttore d’orchestra lo chef serrese Bruno De Francesco ha guidato i ragazzi della scuola gratuita di Bianco “Uno chef per Elena Pietro” a Casa Sanremo. Un’esperienza unica in cui gli aspiranti chef si sono esibiti, al cospetto di 100 ospiti, con le loro note di gusto, suonando un brano culinario che ha avuto come protagonista la Calabria.

Ambiente, sostenibilità e valorizzazione dei prodotti a Km 0 il leitmotiv della didattica della scuola “Uno chef per Elena Pietro”. Nel menu sanremese, presentato giovedì scorso, oltre ai valori green anche i sapori della propria terra: base di pesce sostenibile pescato nel mar Jonio, tubetti di grani antichi con sugo di rana pescatrice, tortino di alici su letto di cipolla rossa di Tropea caramellata e per finire delizia di ricotta di pecora della Locride.

«Una grande esperienza – ha dichiarato De Francesco – tre giorni intensi che avevano di certo come primo obiettivo la crescita dei ragazzi e del gruppo». Come già anticipato nei giorni scorsi, l’attenzione è stata concentrata tutta sugli aspiranti chef, più che sulla vetrina: «La nostra attenzione – erano state le parole dello chef serrese – è rivolta tutta ai nostri allievi e all’esperienza che si accingono a fare. Molte volte si mette in primo piano il voler fare bella figura a discapito dell’educazione e dell’esperienza degli allievi, che invece deve essere l’obiettivo principe quando ci si confronta in nuovi e importanti contesti».

Obiettivo raggiunto. Un’inedita quanto tortuosa sfida in una cucina nuova dove, ha detto ancora lo chef serrese, «tutti ne sono usciti arricchiti e migliorati perché si sono confrontati con un menù importante, preparato per 100 persone in una cucina che non conoscevamo. Gli allievi hanno ben capito l'importanza del lavorare in brigata e svolgere ognuno il proprio ruolo».

Superata anche la timidezza e l’approccio con le telecamere. Infine la soddisfazione dopo il lavoro di un’intera settimana di preparativi e il meritato giro turistico. L'importanza di viaggiare, vedere e vivere posti nuovi scoprendo i sapori del territorio perché studiare significa anche questo. Il tutto seguendo alacremente le regole che il contesto pandemico impone: «A Sanremo è stata allestita davvero una macchina perfetta in termini di controlli, disinfezione con distributori ovunque e mascherine sempre disponibili. Il rispetto per le regole e per gli altri è stato ovviamente un grande insegnamento».

Un insegnamento dal forte grado di sensibilizzazione, in un presente difficile e inaspettato in cui la routine, oltre al minuzioso lavoro, è stata rappresentata dai tamponi metodici per ragazzi e docenti.

Ora si ritorna tra i banchi e ai fornelli come prima, consci che solo con il costante lavoro di tutti si può arrivare in alto. Proprio come ha fatto la scuola “Uno chef per Elena Pietro” a distanza di soli due anni dalla fondazione da parte della famiglia Pratticò e grazie anche all’impeccabile guida del direttore scientifico Silvio Greco.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)