Stampa questa pagina
Mercoledì, 18 Maggio 2016 10:59

Italiabotanist inserisce la falsa ortica tra la flora calabrese grazie al contributo di un serrese

Scritto da Bruno Greco
Letto 1834 volte
(Foto tratta da Wikipedia) (Foto tratta da Wikipedia)

Quando la passione diventa contributo scientifico.

Da oggi il lamium purpureum (comunemente riconosciuto come la falsa ortica) compare ufficialmente sulle riviste accreditate di settore come presente tra la flora spontanea calabrese.

L’Informatore botanico italianbotanist.pensoft.net, grazie al contributo del serrese Francesco Scutellà, ha pubblicato l’importante segnalazione, inserendo il lamium purpureum tra la flora spontanea presente in Calabria.

«Mi sono avvicinato al mondo della botanica – ha commentato Scutellà – da circa 4 anni. Coltivando questa passione ho cominciato a determinare le piante della flora spontanea serrese, arrivando a contarne circa 200. Sempre spinto dalla mia passione, consultando le riviste di settore, finanche l’autorevole Pignatti, mi sono accorto che tra queste nessuno segnalava il lamium purpureum come facente parte della flora spontanea calabrese. Dunque, grazie al contributo dell’amico botanico Giuseppe Pisani, ho segnalato la falsa ortica a italianbotanist, che ha accettato di buon grado il mio contributo aggiungendo tra la flora spontanea questo tassello che ancora mancava».

Il lamium purpureum, come ha spiegato Scutellà, è una pianta primaverile che cresce spontaneamente ad altitudini che vanno dai 700 agli 800 metri circa, per questo motivo è molto comune soprattutto nel territorio delle Serre. Il periodo in cui ci si imbatte facilmente nella falsa ortica va da febbraio ad aprile.

Già nel mese di maggio la delicata pianta dai fiori color porpora comincia a scomparire.