Venerdì, 10 Agosto 2012 15:17

Acqua avvelenata e ospedale chiuso. Ma il sonno della Regione genera Paolo Meneguzzi…

Scritto da
Letto 2319 volte

mini Paolo_MeneguzziNon ci siamo mai fatti mancare nulla, a Serra San Bruno. Un santo di quelli che contano. La visita di due papi. Una certosa millenaria. Carte in regola, insomma, per essere “la capitale europea del turismo religioso”. Come no. Ci credeva il sindaco Bruno Rosi. Così com’era convinto che il “binomio Comune-Regione” avrebbe davvero elargito 100 posti di lavoro al Parco delle Serre, che avrebbe potenziato l’ospedale e che ci saremmo resi autonomi da Sorical e dall’Alaco. Ci credeva. D’altronde i suoi “santi in paradiso” glielo avevano garantito, e lui si è sempre fidato dei suoi santi.

L’ospedale del futuro promesso da Nazzareno Salerno, presidente della Commissione sanità, si è sbriciolato sotto i colpi dei decreti emanati dall’Altissimo, Scopelliti, a cui i nostri eroi volevano dare la cittadinanza onoraria.

L’ultimo suo provvedimento, di pochi giorni fa, sancisce il definitivo ridimensionamento dell’ospedale a 18 posti letto di medicina e quasi nient’altro. Nessuno più nel Pdl parla di primari di chirurgia e di posti letto di terapia intensiva, come mai?

L’acqua è sempre quella dell’Alaco. Ormai il luogo da cui ci abbeveriamo da 6 anni è tristemente noto. Se non bastano le inchieste della magistratura, ci sono le foto a certificare che quel lago, forse, ma forse, non è proprio a norma. Lo hanno capito tutti tranne il sindaco Rosi, che fidandosi ciecamente dei tecnici (di Comune, Asp e Arpacal) finiti sotto inchiesta, continua a dire che l’acqua di quel lago è buona. E per questo censura - commettendo una grave illegittimità - i manifesti del Comitato Pro-Serre. A settembre li potete mettere, ha spiegato a qualche attivista attonito, ma a ferragosto no. Perché i turisti e gli emigrati non li dobbiamo spaventare. Li possiamo avvelenare, questo sì, ma spaventare no. E poi le priorità sono altre: primo, boicottare l'associazione Il Brigante. Che poi nessuno del Comune abbia mai disposto di effettuare le analisi che prevede la legge (D.lgs. 31/01) per le acque dell’Alaco, questo poco importa al sindaco. Ma probabilmente importa un po’ di più alla Procura.

Cosa volete che siano, il diritto all’acqua e alla salute, di fronte ad un’estate ricca di eventi dall’alto valore culturale ed educativo, come Miss Serre… L’assessore regionale alla Cultura, Caligiuri, ha detto in un recente convegno che Serra ha un valore unico grazie a figure come Sharo Gambino e mastro Bruno Pelaggi. Nessuno, del Pdl locale, gli ha però spiegato che di questi due personaggi il Comune non ha affatto onorato la memoria, snobbando il primo centenario della morte del poeta scalpellino e non dedicando alcuna attenzione neanche alla via che porta il nome di Gambino.

Il sonno della Regione su questo territorio dura da molto. Stato vegetativo indotto fin dai tempi di Loiero, quando l’ospedale veniva usato come ufficio di collocamento dall’ex sindaco Raffaele Lo Iacono (Mpa) e dal Consigliere regionale Bruno Censore (Pd), e anche la Sorical era una buona mammella da succhiare con le clientele del fu centrosinistra, mentre serresi e vibonesi pagavano già a caro prezzo acqua avvelenata. Ora, dal mortifero torpore loieriano, con Scopelliti siamo passati al coma irreversibile. Eutanasia di un territorio. Ma, ehi, questo sonno non genera solo incubi, no no: a ferragosto avremo Paolo Meneguzzi. Ce lo regala la Regione. Grazie.  

Articoli correlati (da tag)

  • Acqua potabile, disagi anche a Brognaturo Acqua potabile, disagi anche a Brognaturo

    BROGNATURO - Come di consueto, durante la stagione estiva, il problema della mancanza di acqua nelle abitazioni non si è fatto attendere nemmeno nel comune di Brognaturo.

  • Meteo Serre, inversione di tendenza: temperature in calo. Previsti temporali nel fine settimana Meteo Serre, inversione di tendenza: temperature in calo. Previsti temporali nel fine settimana

    Sarà un mese d’agosto “ballerino” quello che, dal punto di vista meteorologico, interesserà la zona dell’entroterra vibonese. La cosa certa è che almeno nelle prossime ore e fino al fine settimana, si registrerà una variazione di tendenza che porterà temperature più miti e un brusco stop all’ondata di caldo che ha caratterizzato gli ultimi giorni.

  • Simbario, ordinanza del sindaco: l'acqua torna potabile Simbario, ordinanza del sindaco: l'acqua torna potabile

    Il primo cittadino di Simbario, Ovidio Romano, con una ordinanza emessa nella giornata odierna, ha disposto la revoca di un'altra ordinanza, del 21 luglio scorso, tramite la quale il sindaco del piccolo centro del Vibonese aveva deciso il divieto dell'uso dell'acqua ai fini del consumo umano. 

  • Acqua sporca a Santa Domenica di Ricadi, parte la petizione popolare Acqua sporca a Santa Domenica di Ricadi, parte la petizione popolare

    Riceviamo e pubblichiamo

    “Un diritto umano essenziale al pieno godimento della vita e di tutti i diritti umani”: era la data del 28 luglio 2010 quando, con queste testuali parole, l’Organizzazione delle Nazioni Unite riconosceva la potabilità dell’acqua come un imprescindibile diritto umano (risoluzione 64/92).

  • ‘Acqua sporca’, slitta ancora l'udienza sul caso Alaco. Nuovo rinvio a giugno ‘Acqua sporca’, slitta ancora l'udienza sul caso Alaco. Nuovo rinvio a giugno

    Nuovo rinvio per l’udienza preliminare nei confronti delle 16 persone coinvolte nell’indagine “Acqua sporca” per cui il sostituto procuratore Michele Sirgiovanni ha chiesto il processo. A stabilirlo il gup di Vibo Anna Rombolà, che ha deciso per il rinvio a causa di un difetto di notifica ad alcuni degli indagati, così come d’altronde era già accaduto il 21 ottobre scorso nella prima data stabilita per l’udienza.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno