Martedì, 06 Marzo 2012 09:01

Caso Zaffino, la minoranza ha incontrato il prefetto

Scritto da Bruno Vellone
Letto 1821 volte

mini consiglieri_davanti_alla_prefettura1SERRA SAN BRUNO – I quattro consiglieri comunali di minoranza di Serra San Bruno ieri pomeriggio sono stati ricevuti ieri dal prefetto di Vibo Valentia, Michele Di Bari. Com'è noto i quattro esponenti dell'opposizione (Mirko Tassone, "Al lavoro per il cambiamento"; Raffaele Lo Iacono, MpA; Rosanna Federico, Pd; Giuseppe Raffele, "La Serra") si erano autosospesi nel corso del Consiglio comunale di giovedì scorso, esprimendo preoccupazione e chiedendo chiarezza sul caso Zaffino. Bocche cucite all’uscita dall'Ufficio Territoriale del Governo, al momento quindi non è dato sapere il contenuto del colloquio tra l'opposizione e il prefetto di Vibo. Il quartetto aveva annunciato l'autosospensione dal Consiglio comunale fino a quando non ci sarebbe stato il colloquio chiarificatore col prefetto, arrivato nella serata di ieri.

Si attende quindi la comunicazione da parte dei consiglieri di opposizione che dovrebbe giungere nei prossimi giorni per chiarire se ci sarà il rientro nei ranghi di consiglieri comunali o se i quattro proseguiranno nella loro autosospensione. La loro decisione era nata giovedì scorso in seguito all’esplosione del caso Bruno Zaffino, l’ex assessore della giunta pidiellina capeggiata dal sindaco Bruno Rosi estromesso improvvisamente dall’incarico nell’esecutivo cittadino per "il rilancio dell’attività amministrativa e la necessità di dare maggiore incisività alla politica di attuazione del programma". Nel corso dell’accesa assemblea comunale l’assessore revocato aveva chiesto al sindaco Rosi "di dire le vere motivazioni della mia revoca, di avere il coraggio di sviscerare tutta la verità" informando peraltro il consiglio comunale di avere presentato "un esposto presso la Procura della Repubblica di Vibo Valentia e per conoscenza al Prefetto". Tutto questo aveva fatto chiedere all’ex primo cittadino Raffaele Lo Iacono una sospensione di 5 minuti del consiglio comunale per consultarsi con la restante parte dell’opposizione: "Qui siamo in quattro a non conoscere i motivi della revoca, e rappresentiamo il 66% dei serresi". Una volta ripresi i lavori il consigliere comunale del Partito Democratico Rosanna Federico, alla luce della "situazione di scarsa trasparenza", aveva comunicato l'autosospensione fino al colloquio con il Prefetto. Ora il colloquio è avvenuto ma nessuno dei consiglieri ha voluto rendere dichiarazioni in merito, anche se hanno fatto sapere che nei prossimi giorni renderanno pubblico il contenuto dell’incontro.

Articoli correlati (da tag)

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)