Stampa questa pagina
Venerdì, 04 Giugno 2021 20:51

Elezioni comunali a Dasà, Scaturchio scioglie le riserve: «Pronto per il secondo mandato»

Scritto da Redazione
Letto 1138 volte

Il sindaco di Dasà Raffaele Scaturchio ha sciolto le riserve e ha deciso di candidarsi nuovamente alla carica di primo cittadino per le prossime elezioni comunali, previste in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre. Ad annunciarlo lo stesso Scaturchio, la cui intenzione è «continuare il lavoro intrapreso. L’obiettivo - afferma il primo cittadino - rimane sempre lo stesso: dare vita al paese che tanto amo. In questi anni di primo mandato, ho dimostrato un reale interesse per il bene della sua comunità, molte sono state le opere compiute, e molte sono quelle in cantiere che presto verranno realizzate. È stato portato a compimento il programma elettorale esposto e consegnato alla cittadinanza nella presentazione della lista elettorale del 2016».

Scaturchio precisa che i meriti non sono solo suoi. «La squadra con cui 5 anni fa si è presentato alle elezioni comunali - prosegue - aveva come appellativo “Dasà Insieme”, nome che è stato preso alla lettera dai componenti della lista elettorale.  In questi anni, l’affiatamento e la coesione che tutta la compagine amministrativa ha dimostrato sono stati sotto gli occhi di tutti, supporto e aiuto nella realizzazione di ciò che è stato promesso agli elettori.  L’intenzione dell’amministratore è rassicurare i dasaesi che quel team di volenterosi amministratori è pronto a operare ancora, che l’entusiasmo iniziale permane in tutti loro e che, se la volontà dei dasaesi sarà una riconferma, allora questa opera di miglioramento avrà proseguo. Il bene di Dasà rimane priorità mia e degli amministratori. Certi che, senza bisogno di elenchi, tutti abbiano visto ciò che è stato realizzato».

L’amministrazione coglie l’occasione per «ringraziare tutta la cittadinanza, le associazioni presenti nel territorio, la Parrocchia, le forze dell’ordine territoriali per la collaborazione prestata in questo lustro amministrativo».