Venerdì, 12 Novembre 2021 16:57

I sindaci del Vibonese stoppano l’accorpamento delle guardie mediche

Scritto da Redazione
Letto 684 volte

Non se ne fa nulla. Almeno per il momento. La riunione della Conferenza dei sindaci svoltasi ieri pomeriggio nell’aula consiliare del Comune di Vibo Valentia, incentrata sul futuro delle guardie mediche, infatti, ha visto la ferma presa di posizione dei primi cittadini presenti, i quali non hanno indietreggiato di un millimetro sul deciso “no” al Piano dell’Asp. In sostanza, l’Azienda vorrebbe attuare una riorganizzazione del personale vista carenza di medici, tutti collocati nelle scuole di specializzazione fuori dai confini regionali. Le guardie mediche interessate dall’accorpamento sarebbero quelle di Vibo Marina con Vibo, Spadola-Brognaturo-Simbario con Serra San Bruno, Stefanaconi con Sant’Onofrio, Monterosso con Polia, Caroniti con Spilinga e Mongiana con Fabrizia, ma i maggiori disagi si registrerebbero nell’entroterra e in quei centri nei quali la viabilità è ridotta al minimo. Il primo cittadino di Spadola Cosimo Damiano Piromalli evidenzia come un accorpamento di Spadola-Simbario-Brognaturo alla guardia medica di Serra San Bruno rischia di «mandare in tilt il pronto soccorso dell’ospedale “San Bruno”».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)