Stampa questa pagina
Martedì, 26 Aprile 2016 10:59

Riesplode la protesta dei dipendenti della Provincia di Vibo, occupati gli uffici della Presidenza

Scritto da Redazione
Letto 1731 volte

Tornano a farsi sentire i lavoratori in servizio presso la Provincia di Vibo Valentia i quali, ancora una volta, chiedono a gran voce il pagamento delle spettanze arretrate.

Una situazione - quella dei dipendenti dell'ente di contrada Bitonto - che si protrae da mesi e culminata stamane in una nuova protesta, con i lavoratori che hanno deciso di occupare gli uffici della Presidenza di palazzo ex Enel.

Nel mirino dei dipendenti il presidente della Provincia, Andrea Niglia, al quale sono state chieste le «dimissioni immediate».

A causare la rabbia dei lavoratori sarebbe stato l'ennesimo tentativo andato a vuoto con la Banca del Mps, che svolge il servizio di tesoreria per la Provincia, per ottenere quantomeno il pagamento della mensilità di gennaio.

La protesta dei dipendenti andrà, dunque, avanti «in attesa che si attivi chi di competenza».

I segretari regionali delle organizzazioni sindacali Fp-Cgil, Cisl e Uil, intanto, hanno invitato i lavoratori a ricorrere contro la sentenza che aveva dato ragione alla tesoreria dell'ente. 

 

Articoli correlati (da tag)