Martedì, 27 Agosto 2019 16:02

Serra, Liberamente all'attacco: «Situazione finanziaria gravissima. Pagheranno i cittadini»

Scritto da Redazione
Letto 1119 volte

Riceviamo e pubblichiamo:

Si scrive “piano di riequilibrio finanziario pluriennale”, si legge pre-dissesto. È questa la soluzione che l'amministrazione comunale, nata sotto il segno di Censore prima e salvata dall'intervento della componente “salerniana” dopo, tira fuori dal cilindro a oltre tre anni dall'insediamento.

Tre anni. Un tempo molto lungo, nel quale abbiamo assistito ad annunci su annunci di questo o quel risultato, ma durante il quale non si è riusciti a fare una semplice ricognizione del contenzioso pendente (possibile fonte di milioni di debiti fuori bilancio), ad introitare le imposte comunali evase, né ad avere contezza   della reale situazione finanziaria dell'ente. Ma ci chiediamo: come mai questa impossibilità «a fronteggiare lo squilibrio accumulato con i mezzi ordinari», rilevata dal revisore dei conti è emersa dopo tre anni dall'insediamento?  Forse la situazione debitoria comunale è stata aggravata dalle scelte successive al 2016? Ma i serresi non dovevano forse ringraziare “l'Accurduni” che ci avrebbe salvato dal commissariamento e dal conseguente dissesto? Quello che appare chiaro è l'assoluta inadeguatezza dell'attuale classe dirigente e la mancanza di chiarezza nei confronti dei serresi. La scelta del pre-dissesto avvia un lungo percorso di rientro pluriennale, fino a venti anni, che vincolerà anche le future amministrazioni ed in cui i tributi potranno lievitare fino al massimo delle aliquote e la contrazione di ulteriori mutui per risanare i debiti potrebbe aggravare ancor di più il futuro della cittadina. Un percorso che non è neanche detto non si concluda con la dichiarazione di un vero e proprio dissesto finanziario e che anzi potrebbe esserne il preludio.

Insomma oggi proprio coloro che negli ultimi venti anni hanno amministrato direttamente o comunque condizionato in modo significativo le scelte delle diverse amministrazioni, si trovano insieme a decretare il fallimento della loro politica sulle spalle di noi cittadini. Motivi personali/di lavoro ci hanno impedito di partecipare al triste consiglio odierno, convocato ancora una volta in orari tali da impedire la partecipazione dei comuni cittadini, ma stiamo già verificando ogni dettaglio per ricostruire le responsabilità di questa grave situazione, nel frattempo ringraziamo ancora una volta i “nostri eroi” per averci salvati dal commissariamento.

Il Movimento civico serrese

LiberaMente

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno