Martedì, 18 Febbraio 2020 11:40

Serra torna al voto in primavera? Sempre più concreta l'ipotesi dimissioni di massa

Scritto da Redazione
Letto 1087 volte

Si fa sempre più concreta l’ipotesi di dimissioni di massa in seno al consiglio comunale di Serra San Bruno. La conseguenza, com’è noto, sarebbe il ritorno al voto già nella prossima primavera. Si fa strada, infatti, l’ipotesi secondo cui già nelle prossime ore potrebbero essere depositate le dimissioni contestuali di tutti i consiglieri. Gli esponenti dell’opposizione, ognuno con i propri distinguo e con tempi e modi diversi, hanno fatto sapere di non voler fare da sponda a nuove potenziali maggioranze, lasciando dunque in mano il cerino all’amministrazione Tassone che, stando ai numeri, non avrebbe più la maggioranza in consiglio. Oggi sarà infatti proclamato consigliere regionale l’attuale sindaco di Serra Luigi Tassone che, essendo incompatibile con la carica di primo cittadino e non essendo surrogabile lascia un’amministrazione monca, che avrebbe bisogno di un uomo in più per avere la maggioranza necessaria ad andare avanti. Se le dimissioni dovessero arrivare entro il 24 febbraio si andrebbe ad elezioni già nella prossima primavera nella prima finestra utile. Se, invece, si decidesse di aspettare la dichiarazione di decadenza del sindaco e passare dunque il testimone al vicesindaco Jlenia Tucci, che diventerebbe primo cittadino facente funzione, si dovrebbe tentare di pescare almeno un voto nell’opposizione, cosa che porterebbe comunque mantenere l’attuale situazione di precarietà rispetto al prosieguo del percorso amministrativo.

La campagna elettorale potrebbe dunque partire già nei prossimi giorni, salvo naturalmente i colpi di scena sempre pronti a subentrare. Da una parte potrebbe trovare conferma la scesa in campo dei componenti dell’attuale maggioranza, sintesi delle liste La Serra Rinasce e In Alto Volare (asse Censore-Salerno), ma resta da vedere con quale candidato a sindaco. Dall’altra ci sarebbe il movimento politico Liberamente che dovrebbe però tentare di portare dalla sua parte, come alleati per le Comunali, i tre dissidenti (ex Pd) eletti proprio nella lista di Tassone e passati poi all’opposizione, ossia Walter Lagrotteria, Valeria Giancotti e Brunella Albano, che però almeno al momento sembrano marciare separati rispetto ai “colleghi” di opposizione. Proprio in queste ore, all’interno dei vari schieramenti, si starebbero valutando le varie opzioni da adottare per decidere il da farsi ed eventualmente per la formazione delle varie compagini. La composizione del puzzle potrebbe insomma riservare ancora delle sorprese.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno