GIRDA ROTTAMI
Sabato, 02 Gennaio 2021 19:13

Vaccinazione a rilento in Calabria, Tassone: «Longo e Spirlì facciano chiarezza»

Scritto da Redazione
Letto 415 volte

«I primi dati sulle vaccinazioni effettuate ci consegnano importanti elementi su cui riflettere, che ci spingono a richiedere una rapida inversione di rotta». Il consigliere regionale Luigi Tassone commenta la notizia relativa alle somministrazioni delle dosi di vaccini anti-Covid consegnate che pone la Calabria in coda all’elenco con il 2,2% da raffrontare con la media nazionale (7,6%) e le realtà che sono partite meglio (Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Bolzano sopra il 16%).

«Secondo le prime voci - sostiene Tassone - si tratterebbe di ritardi dovuti a motivi burocratico-organizzativi ed a carenze di operatori sanitari e siringhe di precisione. Se così fosse, sarebbe certamente grave perché in un momento di straordinaria emergenza ed in un contesto così eccezionale non sono ammissibili mancanze di operatori essenziali, di cui peraltro di parla da troppo tempo, o scusanti generiche. In ogni caso, è opportuno che il commissario alla Sanità Guido Longo ed il presidente facente funzioni Nino Spirlì interloquiscano con le Asp e le Ao per capire a fondo i motivi di queste vaccinazioni a rilento e per rimettere subito in carreggiata la nostra regione che, stando anche alle ultime rilevazioni dell’indice Rt, non può certo permettersi di temporeggiare. Siamo in un momento storico delicatissimo - conclude - e non possiamo permetterci sbagli o distrazioni. Chiedo pertanto azioni solerti che cancellino dati e notizie finora poco confortanti».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)