Venerdì, 22 Ottobre 2021 12:07

Viabilità del Vibonese, M5S: «Situazione non più tollerabile, pronta la mobilitazione popolare»

Scritto da Redazione
Letto 533 volte

«Che la viabilità nel Vibonese sia un tasto dolente è risaputo, ma a San Calogero assume tratti parossistici, inaccettabili, dal momento che il paese, per le cattive condizioni delle strade, si ritrova ad essere isolato dal territorio circostante, con tutte le conseguenze sociali ed economiche del caso. Nondimeno, la viabilità precaria pone un grosso problema di sicurezza pubblica per l’alto rischio di incidenti a cui espone gli utenti che si ritrovino a percorrere certe arterie. Prima che abbandono e spopolamento abbiano la meglio e trasformino San Calogero nell’ennesimo paese fantasma della Calabria, faremo il possibile per scuotere le coscienze all'interno delle istituzioni e vederci, così, riconosciuti e garantiti i nostri diritti alla mobilità».

É quanto annunciano, in una nota, gli attivisti del Movimento 5 Stelle di San Calogero, che aggiungono: «Nonostante le ripetute segnalazioni giunte agli Enti preposti e le conseguenti rassicurazioni d'intervento ricevute, la provinciale 33 continua a presentare le criticità di sempre. Così ci si ritrova - proseguono - con la strada principale di accesso al paese, collegata alla Statale 18, sul versante miletese, interrotta da una frana da 18 mesi. I lavori per la sua sistemazione vanno a rilento e si fatica a scorgere una data di ultimazione degli stessi. La sensazione generale è che se ne avrà ancora per lungo tempo, forse anni. I mezzi pesanti da questo versante non possono accedervi e sono costretti ad allungare di svariate decine di chilometri, facendo il giro largo da Rombiolo, per giungere in paese. Mentre i veicoli leggeri per arrivare in paese sono costretti ad imboccare un percorso alternativo sulla Sp 33, una sorta di mulattiera a senso unico alternato, non privo di rischi per la pendenza e la ristrettezza della carreggiata e per il cattivo stato del fondo stradale. Un automobilista alla base del tratto in questione, mesi fa, è sprofondato con il proprio mezzo in una buca rimanendone incagliato».

«E non va meglio - sottolineano i pentastellati - sul versante di Calimera. Su quest’arteria, infatti, ai mezzi pesanti più lunghi di 10 metri è fatto divieto di transito. Ciò ne consegue che dalla Statale 18 gli autocarri superiori a una certa stazza non possono entrare nei due centri abitati, con grave nocumento per le attività commerciali del luogo».

«Dal versante di Rombiolo - continua la nota - la musica non cambia: l'arteria, già teatro di incidenti mortali, è costellata di buche rattoppate con un velo di asfalto che scompare al minimo scroscio di pioggia. Nell’immediata periferia di Rombiolo, in direzione San Calogero un tratto di corsia, già oggetto in passato di lavori, presenta un pericoloso avvallamento che costringe gli utenti a bordo dei veicoli a manovre spericolate o a invasioni di corsia sul lato opposto con rischio concreto di impatto frontale».

«Alla luce dello scenario descritto, da domani inizieremo un percorso di mobilitazione generale che ci porterà ad intessere un dialogo diretto con le istituzioni, finalizzato a liberare il paese dall’isolamento in cui è precipitato e a mettere in sicurezza le strade a salvaguardia del bene comune», concludono.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)