Stampa questa pagina
Venerdì, 13 Gennaio 2012 18:28

Prima categoria: la Serrese tallona la capolista

Scritto da Mirko Tassone
Letto 1679 volte

mini SERRESE_CALCIOSERRA SAN BRUNO – Il nuovo anno si apre così come si era chiuso il vecchio, almeno per la Serrese che continua nel suo caparbio inseguimento alla capolista Santa Caterina. Reduce dal successo esterno, conquistato ai danni dell’Amaroni (3-0 il risultato finale) i ragazzi di Megna sono, ora, attestati a quota trentaquattro, a sole tre lunghezze dalla vetta. L’ultima del girone d’andata è stata sostanzialmente favorevole alle formazioni di vertice, eccezion fatta per il Filadelfia battuto, tra le mura amiche, dal Marina di Nicotera. Grazie al successo di misura conquistato in casa con il Petrizzi, la capolista è, invece, riuscita a mantenere inalterato il vantaggio dalle più immediate inseguitrici. Un vantaggio che potrebbe ridursi nella prossima di campionato qualora la battistrada non riuscisse ad avere ragione di una delle compagini più in forma del girone. Reduce da sette successi consecutivi, il Badolato cercherà, infatti, di sbarrare la strada alla capolista per continuare la rincorsa alla vetta. Con ventinove punti all’attivo, la formazione jonica sa di dover sfruttare al meglio lo scontro diretto per rientrare a pieno titolo tra le squadre con ambizioni di promozione. Ambizioni che albergano, anche, in casa Serrese, dove, non si fa mistero di puntare al salto di categoria. Per farlo i bianco blu dovranno continuare a seguire il cammino intrapreso, a partire dal derby di domenica prossima con il Limbadi. La sfida con la compagine dell’ex Cuiuli si presenta, sulla carta alla portata, tanto più che, ferma a quota dodici, la compagine tirrenica sta lottando per uscire dal pantano della zona retrocessione. Situazione decisamente differente per il Polistena, che, a cinque lunghezze dalla testa della classifica, deve fare i conti con un Marina di Nicotera ritornato al successo dopo tre turni. Nella lotta per i piani alti potrebbe, ancora, rientrare la Zungrese, che, grazie al 4-1 rifilato domenica scorsa alla Nuova Pontegrante, si è portata, con ventisette punti, al quinto posto in graduatoria. Situazione più defilata, invece, per Nicotera, Filogaso e Cessaniti attestate rispettivamente a quota venticinque, ventitre  e diciannove. Tra la pattuglia delle vibonesi, la situazione meno rosea rimane, quindi, quella del Limbadi, impelagato nella lotta per evitare gli spareggi salvezza. Una lotta dura, ma non impossibile, tanto più, che la zona sicurezza dista, allo stato, solamente due punti.

Articoli correlati (da tag)