GIRDA ROTTAMI
Giovedì, 06 Settembre 2012 14:47

Vibonese, scossa di terremoto a largo di Ricadi

mini ingvUn terremoto di magnitudo 2.1 è stato registrato, nella tarda serata di ieri, dall' Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia a largo di Ricadi, nel Vibonese. Si tratta del secondo fenomeno in pochi giorni che ha interessato la provincia di Vibo Valentia, dopo quello del 28 agosto scorso, quando una forte scossa ha fatto tremare quasi tutta la Calabria ed, in particolare, la zona del Reggino.  Scosse di identica intensità si stanno verificando, con cadenza pressocchè quotidiana, anche nell'area del Pollino. 

Pubblicato in CRONACA
precari scuolaIl 29 Agosto si è tenuta a Roma un'assemblea molto partecipata dei lavoratori della scuola nella quale, dopo attenta analisi e discussione della situazione attuale si è deciso di rilanciare immediatamente la mobilitazione dei precari, per contrastare la dissennata politica di tagli perseguita anche dal governo Monti, il processo di privatizzazione della 953 (ex Aprea) e un concorso dettato da logiche meramente propagandistiche dietro il quale si nasconde la gestione dei tagli.
I PRECARI CHIEDONO:
- RITIRO DEI TAGLI
- ASSUNZIONE DALLE GAE E GM
- BLOCCO DEL CONCORSO TRUFFA
Per questo invitiamo tutti i lavoratori della scuola al presidio che si terrà al MIUR in occasione dell'incontro tra il ministro Profumo e i sindacati il 4 Settembre, per ribadire che nessuna decisione può prescindere dalla posizione di chi nella scuola ci lavora da anni avendo già superato prove concorsuali.
I precari intendono portare avanti la mobilitazione fino a quando le loro richieste non saranno ascoltate.
ASSEMBLEA ROMANA 29 AGOSTO
Pubblicato in POLITICA

 

538885 393845424014109_1277731969_n

L’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha registrato una forte scossa di terremoto all’interno di quello che convenzionalmente viene identificato come distretto sismico dello stretto di Messina. L’epicentro del terremoto che questa notte, alle ore 01:12, ha fatto ballare la Calabria è stato registrato alle porte di Roghudi, a 21 km da Bagnara e a 23 km a est di Reggio Calabria. La scossa, di magnitudo 4,6 gradi della scala Richter, si è originata ad una profondità di 30 chilometri.
Pubblicato in CRONACA
Giovedì, 23 Agosto 2012 15:03

Lavoratori delle Fdc in stato di agitazione

 
 

ferrovie della_calabria

 Riveviamo e pubblichiamo
 
Circa 80 ex dipendenti delle Ferrovie della Calabria (alcuni di loro licenziati, grazie all'accordo con i sindacati, nell’agosto del 2011) da oltre un anno, sono in stato
di agitazione perché l'azienda non gli ha ancora liquidato il TFR e le altre competenze maturate. La Direzione Generale è sorda, non risponde alle sollecitazioni, malgrado
l’intervento di un N/s Legale, ad oggi, non ci è stato riconosciuto il dovuto. Pertanto, noi, ex dipendenti,il 28 agosto alle ore 10 abbiamo proclamato una manifestazione “pacifica” presso la Direzione Generale delle Ferrovie della Calabria di Catanzaro, via Milano, e chiediamo un incontro con i vertici Aziendali e Regionali affinché ci venga riconosciuto il diritto al pagamento del TFR compreso di interessi e svalutazione. Con questo, chiediamo l'intervento dei media per divulgare il nostro malcontento e l'inefficienza amministrativa dell’attuale gestione delle Ferrovie della Calabria.
Pubblicato in POLITICA

 

mini corteo t28Si è tenuta nei locali dell’aula consiliare del comune di Torre di Ruggiero, la conferenza stampa di presentazione del calendario degli eventi estivi che allieteranno la cittadina per tutto il mese di agosto. All’incontro hanno preso parte oltre che il sindaco Pino Pitaro, anche l’attivista dell’Associazione Culturale ‘il Brigante’ Sergio Gambino. Nell’ambito della conferenza stampa il sindaco ha voluto soffermarsi in particolar modo sull’evento di apertura della stagione estiva torrese, che rappresenta il fiore all’occhiello dell’intero cartellone programmato dall’amministrazione comunale. Si tratta di una tre giorni denominata “Terra è Liberta – festa della nocciola & della chitarra battente”, che dal 6 all’8 agosto intratterrà cittadini e turisti all’insegna delle tradizioni, della musica e della gastronomia. Il sindaco Pitaro ha ribadito che si tratta di “un evento-progetto, che non si limita alla semplice festa, ma che vuole tracciare un percorso di riscoperta delle nostre tradizioni musicali, gastronomiche ed etnoantropologiche, mettendo in risalto la vocazione agricola del territorio, soprattutto per quel che riguarda i percorsi del noccioleto.”
Gambino, componente dell’Associazione Culturale ‘Il Brigante’ di Serra San Bruno che ha curato la direzione artistica dell’evento, ha sottolineato “l’importanza di fare sinergia fra i territori per creare una rete che guardi alla valorizzazione e riscoperta delle nostre risorse sociali e culturali, passando in particolar modo dalle testimonianze e dal bagaglio culturale ed esperienziale posseduto da figure chiave del territorio. Basti pensare a figure come quella di Bruno Citino, un vero e proprio patrimonio artistico, il più grande suonatore vivente di chitarra battente, oggetto di studio dal noto etnomusicologo Valentino Santagati nella pubblicazione “A Chitarra du Vinu”, o gli altrettanto conosciuti  fratelli Corrado, grandi costruttori e suonatori di zampogna a chiave che prenderanno, anche loro, parte all’evento. Quest’evento – prosegue Gambino – rappresenta una risposta concreta al fallimento della globalizzazione, il preludio ad una nuova economia basato sul ritorno alla terra ed alle nostre ricchezze, all’agricoltura che nella zona delle Serre e delle Pre-Serre è stata in passato il settore trainante, unico comparto valido, oggi, per rilanciare l’economia del territorio e per creare una rete economico-culturale che funga da reale alternativa alla crisi.” Da qui l’idea di denominare la tre giorni, appunto “Terra è Liberta.” Nello specifico il programma prevede per la serata d’apertura, lunedì  6 agosto l’attesissimo spettacolo “Qua si campa d’aria” del famoso cantautore nonché cantastorie dialettale calabrese di genere folk Otello Profazio, mentre nella giornata successiva andrà in scena il gruppo siculo-calabrese ‘Farragonia’ con ‘Musica della tradizione’. Nella serata di chiusura verrà proposto lo spettacolo teatrale e di musica popolare ‘Io vedo, io sento… e parlo. Mafia da sud a nord’ degli Zabara. Gli spettacoli andranno in scena nell’anfiteatro comunale. Inoltre, per tutto il corso della tre giorni, si terranno incontri e dibattiti sul tema “Terra è Libertà” e dalle ore 19.00 le vie del paese saranno allietate da stand gastronomici e dall’animazione dell’Associazione Cultuale ‘Il Brigante’ con il ballo dei ‘Giganti’ accompagnati dalla ‘Banda Pilusa’.

Pubblicato in CULTURA
Pagina 2 di 2

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)