Lunedì, 15 Aprile 2019 12:35

Confiscati beni per oltre 12 milioni di euro a un imprenditore vibonese

Scritto da Redazione
Letto 364 volte
  • Tra gli immobili sequestrati anche il lussuoso villaggio turistico “Baia Tropea Resort”. L’uomo avrebbe, secondo la Procura, costruito un vasto patrimonio soprattutto nel campo delle strutture ricettive grazie all'appoggio della cosca dei Piromalli e ai legami tra quest'ultima e quella dei Mancuso

Una confisca di beni per un valore complessivo di oltre 12 milioni di euro è stata eseguita nei confronti di Nicola Comerci, imprenditore 72enne di Nicotera, attivo nella Piana di Gioia Tauro e con interessi economici nelle province di Vibo Valentia, Bologna e nel nord Italia.

Il provvedimento, eseguito dalla polizia, è stato emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. I beni confiscati sono ubicati a Gioia Tauro e in tre centri turistici del Vibonese: Tropea, Briatico e Parghelia. In quest'ultima località, in particolare, è stato confiscato un lussuoso villaggio turistico, il "Baia Tropea Resort". Secondo quanto riferisce in una nota stampa la Procura della Repubblica di Reggio Calabria, «Comerci, dagli anni '70 in poi, ha costruito un vasto patrimonio soprattutto nel campo delle strutture ricettive grazie all'appoggio della cosca di 'ndrangheta dei Piromalli e ai legami tra quest'ultima e la cosca dei Mancuso».

Tra i beni confiscati quote di una società con sede nel Bolognese.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno