Giovedì, 02 Giugno 2016 10:11

Mortalità nelle Serre, a On the news si parla dello studio dell'Istituto superiore di sanità

Scritto da Redazione
Letto 1530 volte

On the news cambia veste e dalle amministrative passa al giornalismo di inchiesta affrontando il tema della mortalità nelle Serre, dopo il preoccupante studio dell’Istituto superiore di Sanità diffuso dal Comitato civico Pro Serre. Ospite il giornalista Salvatore Albanese, anche in veste di presidente del Comitato, assieme al sindaco di Fabrizia Antonio Minniti.

«Uno studio – si legge nel lancio del programma – che, per la prima volta, rende espliciti i timori rispetto ad un’alta mortalità, in particolare causata dall’elevata incidenza di tumori, da sempre temuta nel comprensorio delle Serre. È stato l’Istituto Superiore di Sanità, alcuni giorni fa, a pubblicare il rapporto “Studio epidemiologico dei siti contaminati della Calabria”: un dossier nel quale è contenuto un capitolo specifico dedicato proprio al “caso studio delle Serre vibonesi”, dove sarebbero presenti più agenti causa di inquinamento ambientale e che, di conseguenza, avrebbero determinato un incremento ingente delle mortalità. Si stanno già registrando le prime reazioni a riguardo da parte di associazioni e rappresentanti istituzionali del territorio, come il primo cittadino di Fabrizia, Antonio Minniti, che ha invitato alla mobilitazione immediata. Ma a rendere noti alla comunità di Serra San Bruno i punti chiave dello studio sono stati, nei giorni scorsi, attraverso una manifestazione pubblica, gli attivisti del Comitato civico Pro Serre. Il caso verrà ulteriormente approfondito nel corso delle prossima puntata di On the news, sulle frequenze radiofoniche di Rs 98, il prossimo sabato 4 giugno, a partire dalle ore 10.00. Ospite in studio nel salotto del programma diretto da Antonio Zaffino, proprio il presidente del Comitato Pro Serre, Salvatore Albanese, ed il primo cittadino di Fabrizia, Antonio Minniti».

La puntata in streaming su www.rs98.it

Per interventi: sms o whatsapp al 324 833 1898. In diretta telefonica allo 0963.71669.

Articoli correlati (da tag)

  • Tropea, incontro pubblico del comitato per il No Tropea, incontro pubblico del comitato per il No

    TROPEA Si moltiplicano gli incontri per dire No alla modifica della Carta costituzionale. Mercoledì 16 novembre, a partire  dalle 17, nella sala convegni di Palazzo Santa Chiara (Ex Ospedale) sita in Largo Ruffa a Tropea, si terrà un incontro pubblico incentrato sui temi riguardanti la riforma costituzionale Renzi-Boschi.

  • Trasversale, la provocazione di un gruppo di cittadini: riconsegniamo le schede elettorali Trasversale, la provocazione di un gruppo di cittadini: riconsegniamo le schede elettorali

    trasversale cantieriHanno deciso di disertare le urne per riaccendere i riflettori sulla “grande incompiuta”, la Trasversale delle Serre. Diversi cittadini residenti nei comuni di Argusto, Gagliato, Chiaravalle Centrale e Torre di Ruggiero, proprio in concomitanza con l’apertura delle operazioni di voto per il rinnovo del consiglio regionale, domenica prossima a partire dalle ore 8, potrebbero porre in essere una significativa manifestazione di protesta, attraverso la quale – facendo fulcro sull’invito al non voto – intendono riportare agli onori della cronaca la questione della Strada statale 182, la Trasversale delle Serre.

    I cittadini, per l’occasione, hanno costituito un comitato spontaneo che, in primis, focalizzerà l’attenzione verso un obiettivo chiaro: il completamento degli appena quattro chilometri che mancano per la realizzazione del tratto Gagliato-Argusto. Un “pezzo” di Trasversale ormai pronto, ma misteriosamente non ancora consegnato perché privo della segnaletica stradale e delle barriere di sicurezza sul ciglio della carreggiata. Poi l’attenzione del neonato sodalizio civico potrà spostarsi sugli altri tratti ancora adibiti a cantiere. Un’iniziativa, quindi, volta ad attirare l’attenzione di una classe politica sorda rispetto alle grottesche vicende che hanno caratterizzato la storia di un’infrastruttura ideata ormai oltre cinquanta anni fa ed il cui mancato completamento, secondo i promotori dell’iniziativa, non sta facendo altro che aggravare la piaga dello spopolamento dell’aree interne.

    Come già detto, il comitato sta vagliando in queste ore la possibilità di porre in essere una protesta proprio per la mattinata della prossima domenica 23 novembre, in concomitanza con il voto regionale. L’iniziativa dovrebbe essere svolta nell’area “Scamardi” di Argusto, dove i referenti del sodalizio opereranno una protesta civile, sancita dalla raccolta delle tessere elettorali che dovrebbero essere poi riconsegnate, magari all’attenzione del prefetto di Catanzaro, Raffaele Cannizzaro, in modo da indurre un numero il più possibile maggiore di cittadini a non votare. Per l’occasione si è pensato di allestire un gazebo come luogo fisico di riferimento per la raccolta delle tessere, anche se al momento i promotori sono ancora in attesa di ottenere da parte delle autorità competenti il rilascio delle autorizzazioni che consentano oltreché l’occupazione del suolo pubblico anche la buona riuscita dell’evento.

  • Serra, statua San Rocco portata su un carrello per rischio inchini Serra, statua San Rocco portata su un carrello per rischio inchini

     

    mini sanroccoSERRA SAN BRUNO - Nel corso della tradizionale processione per i festeggiamenti in onore di San Rocco, tenuti nella giornata di sabato 16 agosto, la statua del santo non è stata portata a braccia, bensì sistemata su un carrello meccanico spinto dai fedeli.

    Insolita decisione quella adottata, dunque, dal "Comitato San Rocco", che si è visto costretto a dare seguito ad una decisione impartita dalla Curia arcivescovile di Catanzaro-Squillace. Il provvedimento si sarebbe reso necessario in seguito ai casi registrati ad Oppido Mamertina, San Procopio e Scido, riguardo ai presunti inchini delle statue dinnanzi alle abitazioni di boss o elementi potenzialmente appartenenti a clan 'ndranghetisti.

    La processione si sarebbe potuta svolgere o secondo il rituale "tradizionale" - e cioè portata in spalla da "portatinti" selezionati in un elenco di nominativi indicati in questo caso dal Comitato, da sottoporre al controllo preventivo della Prefettura di Vibo - oppure con il trasporto su un furgoncino. Alla fine, però, gli organizzatori hanno optato per il carrello.

     

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno