mini caldoDopo un inizio d’agosto che ha fatto registrare temperature “piacevoli” e precipitazioni anomale rispetto alla norma del periodo, qualcosa sembra che stia finalmente per cambiare a livello sinottico. Infatti, una figura di alta pressione sta prendendo il possesso del nostro territorio, facendo salire le temperature di oltre 10°C rispetto ai giorni precedenti , riportando la bella stagione anche sul comprensorio delle Serre.

Come abbiamo potuto osservare, già dalle scorse giornate, il tempo è in netto miglioramento, a parte i consueti cumuli che si vengono a formare nelle ore più calde della giornata, e che rappresentano il classico clima estivo delle zone montuose dell’intero arco appenninico Italiano. La mappa dell’indice CAPE, relativa all’energia potenziale convettiva disponibile, ci suggerisce che solo raramente nella giornata odierna avremo modo di vedere il sole scomparire dietro radi cumuli di nuvole.  

Questa stabilità, nei giorni a venire, non sarà scalfita nemmeno dall’ex ciclone Bertha che andrà a colpire buona parte d’Europa e che porterà la prima tempesta autunnale del 2014. Questa calura, rappresenterà la fase più stabile dell’intera stagione estiva, e si prolungherà per almeno 7-8 giorni, nei quali avremo temperature sopra media, in attesa di una nuova rinfrescata che si avrà presumibilmente in seguito a questa fase. Ad oggi, possiamo dire che la consueta fiera di ferragosto di Serra San Bruno, appagherà le migliori attese, per la gioia dei molti turisti che prediligono le nostre amate montagne rispetto al mare e che potranno, dunque, finalmente godersi, allo stesso tempo, i piacevoli giorni assolati e le consuete fresche serate Serresi.

 

Pubblicato in CRONACA


mini collage_incendioAumenta a Serra San Bruno il disagio connesso al blocco del sistema della raccolta dei rifiuti solidi urbani. La quasi totalità delle strade cittadine risulta ormai dominata da innumerevoli cumuli di spazzatura, adagiati ovunque ma, in particolar modo, a ridosso dei quartieri più popolosi. Con il caldo torrido che sta contraddistinguendo l’attuale periodo pre-estivo, inoltre, è inequivocabile che i rifiuti disseminati per le vie del centro abitato siano esposti al forte rischio combustione.

Tra i cumuli di immondizia disseminati per la cittadina, uno dei più grandi è quello che si è generato in via Scendamo, strada adiacente a viale Aldo Moro, una delle arterie principali della locale rete viaria. Pochi minuti fa, proprio in questa zona del centro abitato – ubicata a ridosso della scuola materna di Spinetto – si è reso necessario l’intervento da parte degli uomini del locale distaccamento dei Vigili del Fuoco per domare un piccolo incendio.

I pompieri si sono dunque celermente presentati sul posto, allertati, secondo quanto siamo riusciti ad apprendere, da alcuni passanti che transitavano in prossimità della stessa area. L’incendio, divampato nelle prime ore del pomeriggio di oggi, è stato prontamente domato, ma nelle prossime ore, viste le criticità che stanno interessando il locale sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani, resta il forte rischio che episodi analoghi possano interessare altri dei grossi cumuli di immondizia, quasi delle mini-discariche a cielo aperto, disseminati ovunque per le vie del centro urbano.

 

Pubblicato in CRONACA

 

mini panor_discaricaQuello dell’ex isola ecologica comunale di Serra San Bruno - trasformata ormai in semplice punto di conferimento dei rifiuti - sta diventando un vero e proprio tormentone primaverile. Già nelle scorse settimane la struttura si era guadagnata l’attenzione delle cronache locali con il sequestro preventivo di cui era stata oggetto. 

Pubblicato in CRONACA

discarica perSembra sia fortunatamente destinato a rientrare l’allarme rifiuti scattato durante la scorsa settimana a Serra San Bruno. L’emergenza era stata dettata dal proliferare di cumuli di spazzatura che - a pochi giorni dal sequestro operato a danno dell’isola ecologica comunale - avevano ormai dominato larga parte delle vie del centro urbano. Il provvedimento - che di fatto aveva posto sotto sequestro la struttura, adibita dal 2007 al conferimento dei rifiuti solidi urbani - era stato operato dagli uomini del Noe di Reggio Calabria e da quelli della locale Stazione dei Carabinieri. Un sequestro che comunque è da considerarsi a tutt’oggi valido, anche se, allo stesso tempo, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vibo, ha concesso in via straordinaria e temporanea l’utilizzo dell’impianto.

Pubblicato in CRONACA
Venerdì, 27 Aprile 2012 10:34

Randagismo, interpellanza di Mirko Tassone

mini consiglio comunale serraDi seguito il testo dell'interpellanza a risposta scritta presentata ieri mattina da Mirko Tassone, consigliere comunale del gruppo "Al lavoro per il cambiamento":

Al sig. Presidente del Consiglio del Comune di Serra San Bruno

Al Sig. Sindaco del Comune di Serra San Bruno

Serra San Bruno, 26 aprile 2012

 

INTERPELLANZA A RISPOSTA SCRITTA

OGGETTO: Presenza cani randagi

Il sottoscritto consigliere

Premesso che

  • in diversi punti della cittadina è stata segnalata la presenza di numerosi branchi di cani randagi;
  • nei giorni scorsi diversi cani randagi e non sarebbero stati vittime di avvelenamento;

Considerato che

  • la presenza di cani randagi può rappresentare fonte di grave pregiudizio per l’incolumità dei cittadini, in particolari di donne e bambini;
  • la presenza di numerosi cani randagi costituisce un problema, anche, di carattere sanitario a causa dei cumuli di spazzatura che i cani, alla ricerca di cibo, disseminano continuamente per le strade cittadine.

Interpella il Sindaco per sapere

  • Se se siano stati adottati adeguati ed opportuni provvedimenti finalizzati al contrasto del randagismo;
  • Quali siano gli eventuali provvedimenti adottati o in corso di adozione.

Il Consigliere

Mirko Tassone

Pubblicato in POLITICA

mini municipio serraRiceviamo e pubblichiamo:

Con tutta evidenza, troppo impegnata a far assumere i propri parenti al Parco regionale delle Serre, l’amministrazione comunale non riesce ad affrontare neppure il più elementare dei problemi. Tra le innumerevoli vicissitudini che la nostra cittadina sta vivendo, viene, ad esempio, da chiedersi, possibile che, tra sindaco ed assessori, nessuno si sia accorto delle decine di cani randagi che vagano indisturbate per il paese? Dal cimitero a Santa Maria, passando per le strade del centro storico, non si fa che assistere a mute di cani sempre più numerose. Sono decine le segnalazioni, quotidianamente, prodotte da privati cittadini stanchi di non ricevere risposte da un’amministrazione latitante.

Pubblicato in POLITICA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno