GIRDA ROTTAMI
Mercoledì, 02 Dicembre 2020 21:08

Nervi tesi in consiglio sul vivaio “Rosarella”, Barillari: «Cantonata tremenda del gruppo “Per Serra Insieme”»

Scritto da Alessandro De Padova
Letto 1439 volte

È stata una seduta di consiglio comunale prettamente tecnica - anche se non sono mancati i botta e risposta tra maggioranza e opposizione - quella svoltasi oggi pomeriggio nel salone di Palazzo Chimirri. Presenti tutti i consiglieri comunali, ad eccezione di Luigi Tassone, che non ha potuto partecipare alla seduta per impegni istituzionali assunti in precedenza. Prima di dare il via ai lavori - che hanno visto la presenza di Brunella Tripodi, responsabile dell’Area economico-finanziaria del Comune - il sindaco-presidente Alfredo Barillari ha fatto il punto sull’emergenza Covid-19, invitando i propri concittadini a un «maggiore senso di responsabilità» in vista delle imminenti festività natalizie. Tra i punti all’ordine del giorno, diverse variazioni d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2020/2022, l’"aggiornamento del Programma triennale dei lavori pubblici 2020/2022”, la “pratica Iscapi-Comune di Serra San Bruno”, l’"assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2020”, il “bilancio consolidato esercizio 2019, dichiarazione di insussistenza delle condizioni per l’approvazione” e l’"adesione al patto dei sindaci per il clima e l’energia”.

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente e quella relativa alla variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2020/2022, il consigliere della lista “Uniti per Serra” Antonio Procopio è intervenuto rivolgendosi al primo cittadino: «Pensavo che comunicasse l’assegnazione delle deleghe agli assessori, visto che lei stesso, in occasione della seduta di insediamento, ha detto che “tra qualche giorno” lo avrebbe fatto, ma ancora stiamo aspettando». Pronta la replica di Barillari, il qualche ha chiarito che «i consiglieri di maggioranza stanno già lavorando con delle deleghe. Prima di renderle pubbliche, però, ho voluto verificare che si trovassero a loro agio. Visto che il giudizio è positivo, al prossimo consiglio - in programma a breve - le comunicherò». I primi cinque punti hanno avuto il via libera con i nove voti favorevoli della maggioranza, mentre l’opposizione si è astenuta. La trattazione del sesto punto all’ordine del giorno, avente ad oggetto l’ “assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2020”, si è aperta con l’intervento del vicesindaco Rosanna Federico, la quale si è detta «dispiaciuta che, a poche ore da un appuntamento così importante, un gruppo di opposizione abbia organizzato una conferenza stampa non riconoscendo ai singoli consiglieri la possibilità di confrontarsi su aspetti di carattere tecnico nei luoghi a ciò deputati. Il mio auspicio - ha detto ancora Federico - è che l’opposizione possa continuare a collaborare. Inoltre, contrariamente a quanto affermato nel corso della conferenza stampa organizzata ieri dal gruppo “Per Serra Insieme”, nessuno ha mai voluto impedire la visione degli atti del consiglio, documenti importanti per poter svolgere al meglio il nostro compito». Entrando nel merito della questione relativa all’assestamento di bilancio, il vicesindaco ha precisato, poi, che «le passività ammontano a circa 10 milioni di euro», in evidente crescita «a causa delle mancate riscossioni». Soffermandosi sui contenuti della conferenza di ieri, il consigliere di “Per Serra Insieme” Biagio Figliucci ha ribadito la propria «contrarietà al Piano delle alienazioni redatto dal commissario prefettizio», ritenendo il vivaio “Rosarella” un «punto di forza del territorio che non va assolutamente messo in vendita». In questo frangente, non è mancato il botta e risposta tra il primo cittadino e il consigliere di “Per Serra Insieme” Vito Michele Regio, con il primo che ha parlato di una «questione contabile, perché c’è un bilancio approvato durante la fase commissariale», mentre il rappresentante dell’opposizione ha evidenziato una «sovrastima della vendita dei boschi». Gli animi si sono dunque surriscaldati, con Barillari che, rivolgendosi a Regio, ha asserito che «la prossima volta starò molto attento prima di concedere la sala giunta a un movimento politico. La parte del vivaio “Rosarella” a cui fanno riferimento i consiglieri di opposizione - per intenderci, quella del laghetto e della casetta - non rientra nella particella messa in vendita. Quella oggetto di alienazione è tutta area boscata, quindi ritengo che abbiate preso una cantonata tremenda». Prima della votazione, Procopio ha posto l’accento sui «dati preoccupanti del bilancio» e, appellandosi agli amministratori, ha suggerito loro di «dichiarare il dissesto piuttosto che approvare un bilancio del genere». Via libera, infine, agli altri punti all’ordine del giorno con il solo voto favorevole della maggioranza.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)