Domenica, 09 Giugno 2024 08:44

"Il mare nascosto", il sogno di un bambino che diventa un film

Scritto da Redazione
Letto 612 volte
Una scena del film. In basso la locandina Una scena del film. In basso la locandina

È una storia che comincia con un bambino che vive a Parigi e un giorno, alla fine degli anni ‘80, quando torna a casa da scuola dice a sua madre che ha intenzione di riscrivere “Il piccolo principe”. La storia, vera, prosegue con il bimbo che cresce, legge, osserva e vive il mondo. Trent’anni dopo è un adulto, lavora come autore nella tv italiana, scrive su blog di giornali nazionali e, a un certo punto, lascia il lavoro in televisione per fare un film.

Senza grandi società di produzione, senza grandi strumenti tecnici, senza finanziamenti pubblici, ma «con l’aiuto di tante persone generose», quel sogno di bambino ora è diventato realtà. Si chiama “Il mare nascosto” ed è il primo lungometraggio di Luca Calvetta, che oggi dice: «Ringrazio quel bambino».

Liberamente ispirato alla favola di Antoine de Saint-Exupéry, interamente girato in Calabria (compresa Serra San Bruno, dove Calvetta ha solide radici), racconta il pellegrinaggio di un ragazzo venuto da lontano che scopre il Sud e la sua «fragile bellezza».

Verrà presentato in anteprima Il prossimo 29 giugno nella serata d’apertura dell’Ischia Film Festival 2024 in selezione ufficiale. «È un’opera che si vuole poetica e politica, un film corale – ha commentato l’autore - che prova a superare i confini tra cinema, teatro e documentario, tra realtà e immaginazione». Ancora: «È un viaggio interiore e fisico attraverso luoghi misteriosi, personaggi inattesi, volti e lingue, è una ricerca sul potere salvifico dell’arte, sulla libertà di essere sé stessi e riappropriarsi del proprio futuro, sulle ingiustizie del nostro tempo».

Il film (qui potete vedere il trailer) è interpretato da Ascanio Celestini, Marco Leonardi, Anna Maria De Luca, Carlo Gallo, Carmelo Giordano, Nadia Kibout, e per la prima volta sullo schermo il rapper Kento, lo scrittore Gioacchino Criaco, il giovane poeta Mohamed Amine Bour e la sorprendente Josy Faraci.

Per chi conosce la profondità dello sguardo di Calvetta - che ha già girato e condiviso con la collettività “Il paese interiore” ed “E siamo vostri figli” - non si rivelerà certo una sorpresa, ma una nuova scoperta, un viaggio nei Sud del mondo attraverso lo sguardo di chi non ha mai avuto occhi né voce.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)