Lunedì, 22 Agosto 2016 13:01

Il racconto della 21enne gambizzata a Nicotera: 'Mio fratello sembrava un diavolo'

Scritto da Redazione
Letto 2879 volte
Marisa Putortì (foto Corriere della Sera) Marisa Putortì (foto Corriere della Sera)

«Mio fratello sembrava un diavolo. Mi ha puntato addosso il fucile e ha sparato. Sono caduta e ho chiuso gli occhi per il dolore». Questa la ricostruzione dei fatti raccontata direttamente da Marisa Putortì – la 21enne di Nicotera gambizzata nella serata di venerdì scorso – al Corriere della Sera. A sparare contro la ragazza, sarebbe stato il fratello Demetrio, più grande di quattro anni, in preda alla «gelosia» morbosa e deciso, dunque, a «punire» alcuni atteggiamenti della sorella.

I due – racconta ancora il Corriere – sei anni fa avevano perso il padre, figura che proprio Demetrio aveva inteso sostituire, maturando però un’oppressione ossessiva nei confronti della sorella, tanto da proibirle frequentazioni e rimproverarla per il suo modo di vestire. «Era ormai da anni che non andavamo d’accordo — ha raccontato Marisa costretta adesso in un letto del reparto di Ortopedia dello Jazzolino di Vibo Valentia —. Neanche ci salutavamo più. A lui dava fastidio ogni cosa che facevo. Se mi truccavo o andavo in giro con la minigonna, se fumavo o mi fermavo in paese a parlare con uomini più grandi. Chissà cosa gli raccontavano di me i suoi amici». 

La ragazza, madre di un bambino di cinque anni, nelle ore successive al fatto non aveva confessato ai carabinieri della compagnia di Tropea, che l’avevano interrogata, di aver riconosciuto l’autore dell’aggressione a colpi di fucile. Era stato piuttosto lo stesso fratello Demetrio, 24 ore dopo, a costituirsi. L’uomo si trova ora in stato di fermo anche se i carabinieri sono ancora occupati a rinvenire l’arma del delitto, così come rimangono molti i punti interrogativi rispetto alla macchina utilizzata da Demetrio Putortì, che lo stesso ragazzo ha raccontato di aver acquistato nei giorni precedenti al fatto sulla base di un accordo verbale.   

Marisa, sottoposta ad operazione, ha riportato danni al femore destro, spezzato dai pallini del fucile, e solo tra qualche mese dovrebbe poter tornare a lavorare nel bar dove era stata attinta dai colpi, il Bombo di Nicotera Marina.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno