Mercoledì, 15 Giugno 2016 07:58

Preso ad Acquaro il latitante Francesco Maiolo

Scritto da Redazione
Letto 9112 volte

I carabinieri della Stazione di Arena, guidati dal maresciallo Carmine Napolitano e diretti dal capitano della Compagnia di Serra San Bruno, Mattia Ivano Losciale, hanno catturato ad Acquaro Francesco Maiolo, 36enne, figlio del boss scomparso Rocco, latitante dal 14 settembre scorso.

Quella di Maiolo è considerata dagli inquirenti una figura carismatica sul territorio delle Serre, nonchè soggetto socialmente pericoloso.

L'uomo - catturato stamane nell'abitazione della cognata, situata nel centro abitato di Acquaro - fu condannato nel luglio del 2014 in secondo grado (pena, poi, confermata in Cassazione il 15 settembre 2015) a due anni e sei mesi nel processo scaturito da "Luce nei boschi", la maxioperazione che ha coinvolto boss e affiliati dei clan delle Preserre. 

Poche ore prima della sentenza della Cassazione, inoltre, Maiolo - che si trovava ai domiciliari - aveva spezzato il braccialetto elettronico che portava come strumento di controllo, per poi darsi alla latitanza.  

 

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)