Lunedì, 29 Ottobre 2012 11:16

Soriano, sabato la fiaccolata per Filippo: 'Mai più vittime!'

Scritto da Redazione
Letto 2612 volte

mini studenti_sorianoRiceviamo e pubblichiamo:

Non si può morire a 19 anni!! Per nessun motivo!!  Che i mediocri continuino a ritagliarsi un ruolo con l’arroganza e la violenza è una atrocità, una barbarie a cui bisogna porre fine. E’ necessario che finisca questa spirale di violenza che si è abbattuta sul nostro territorio! Quando potremo riappropriarci di tutto quello che lentamente questa gentaglia ci sta sottraendo? Solo l'unione della società civile ed un moto di ripulsa verso questi atti aberranti possono far sperare in un futuro migliore... solo condannando, non solo i gesti di inciviltà in quanto tali, ma la mentalità mafiosa che ci sta dietro e li alimenta potremo sperare in un cambiamento in meglio per la nostra comunità.

Occorre avere il coraggio di indignarsi, solo così si possono combattere tutte le mafie. Senti dire da tanti che  viviamo in una terra "dimenticata" ma a volte siamo anche noi che alimentiamo l'indifferenza. Il problema è che non ci sono moti di stizza e di ripulsa verso questi atti  intollerabili, lasciamo che tutto ci scivoli addosso quando ci vorrebbe ben altro!!!! Queste cose gridano "vendetta", ma non con l'occhio per occhio, non vorrei dare quest'idea, ma con lo sradicamento di una mentalità e di un modo di pensare che sta diventando sempre di più mafioso e che sta costringendo la gente per bene a "chiudersi" in se stessa!!! Purtroppo questo episodio ne fa tornare in mente tanti altri gravi allo stesso modo,ma se ancora siamo qui a piangere Filippo ricordando anche le lacrime già versate, vuol dire che non è cambiato nulla....che non abbiamo fatto in modo che la situazionecambiasse....tutti!!!  Non si può rimanere indifferenti, anche perché così facendo si alimenta il sistema malavitoso, bisogna reagire a queste aberrazioni! Io dico che l'indignazione deve partire da questo ultimo tragico evento ma deve gridare forte contro tutte le violenze che questo nostro territorio sta subendo nell'ultimo periodo. Parlo di territorio in senso lato mettendo all'interno le persone e le cose, in riferimento anche a diversi episodi successi, perchè solo così ha il suo effetto. Facciamo che questo episodio sia veramente la "goccia"...facciamolo veramente traboccare questo "vaso"....troppa violenza sta veicolando ed i nostri giovani e tutti noi dobbiamo riappropriarci del nostro territorio e farlo ridiventare sano e vivibile!! Per fare questo dobbiamo essere uniti, farlo insieme perché insieme si può!!!  A questo proposito sta nascendo un "movimento" spontaneo di cittadini,  componenti della società civile (non lo chiamo comitato perchè mi sa tanto di cosa stanziale, mentre il movimento credo renda, in questo caso, più l'idea)  che vedrà il coinvolgimento di associazioni, scuole, amministrazioni dei comuni vicini per dare una risposta forte e chiara iniziando con una fiaccolata sicuramente per sabato prossimo  a cui potranno seguire altre ulteriori iniziative di sensibilizzazione  e di coinvolgimento della comunità. Siamo vicini e solidali con la famiglia e la stringiamo in un abbraccio affettuoso, ma questo grido deve essere generale, corale, deve smuovere le coscienze per far passare la logica del no alla violenza, alla prevaricazione, alla mafia in tutte le sue manifestazioni! Non solo non ci devono essere vittime innocenti….non ci devono essere più vittime!!!

Merilia Ciconte

Articoli correlati (da tag)

  • Zambrone, “Le Foglie di Dafne” inaugura uno sportello di ascolto per le donne Zambrone, “Le Foglie di Dafne” inaugura uno sportello di ascolto per le donne

    Zambrone ha un nuovo sportello di ascolto per le donne vittime di violenza, inaugurato ieri grazie al fattivo interesse dell’associazione “Le Foglie di Dafne”. «Per affrontare la piaga della violenza di genere – fanno sapere gli attivisti – è necessaria un’azione sinergica fra associazioni e istituzioni.

  • Vibo, segrega una minore e la constringe a prostituirsi: arrestato Vibo, segrega una minore e la constringe a prostituirsi: arrestato

    Avrebbe violentato e indotto alla prostituzione - riducendola di fatto in una condizione di schiavitù - una connazionale di 15 anni. 

  • Ghost, un nuovo arresto per espiazione pena Ghost, un nuovo arresto per espiazione pena

    112Nella mattinata odierna, i carabinieri della stazione di Soriano, diretti dal maresciallo Barbaro Sciacca, e guidati dal capitano della Compagnia di Serra San Bruno, Stefano Esposito Vangone, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per espiazione di pena detentiva, nei confronti di Francesco Ida’, 35enne, pregiudicato, nato a Gerocarne. L’uomo, arrestato per scontare una pena di 4 anni e 5 mesi di reclusione, è stato condannato per il reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

    Il provvedimento di arresto, emesso dalla procura generale di Catanzaro, è stato posto in essere in merito a quanto emerse a conclusione dell’operazione “Ghost” effettuata dalla Polizia di Stato all’inizio del 2009, con la quale è stata fatto luce su un giro di droga che avrebbe interessato nello specifico il territorio compreso tra i comuni di Pizzo, Soriano, Sorianello e Gerocarne.

    Ida’è stato accompagnato presso la casa circondariale di Vibo Valentia, dove venerdì scorso erano già stati condotti altri tre condannati - Giuseppe Capomolla, residente a Soriano; Pietro Nardo di Sorianello e Bruno Sabatino, residente invece a Gerocarne – interessati dalla stessa operazione antidroga.

  • Ghost, arrestate tre persone: devono scontare una pena definitiva Ghost, arrestate tre persone: devono scontare una pena definitiva

    mini carabieniri_notteI carabinieri della Stazione di Soriano Calabro, diretti dal maresciallo Barbaro Sciacca, e guidati dal capitano della Compagnia di Serra San Bruno, Stefano Esposito Vangone, hanno dato esecuzione, nella serata di ieri, all'ordine di carcerazione per l'espiazione di una pena detentiva, emessa dalla Procura generale di Catanzaro, nei confronti di tre soggetti: si tratta di Giuseppe Capomolla, 34enne residente a Soriano, già noto alle forze dell'ordine, e Pietro Nardo, di 45 anni, residente a Sorianello ma domiciliato a Gerocarne, entrambi responsabili del reato di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Capomolla è stato condannato a 4 anni e 10 mesi di reclusione, mentre di 4 anni e 5 mesi è la pena inflitta a Nardo. L'altro arrestato è, invece, Bruno Sabatino, residente a Gerocarne, anche lui pregiudicato, che dovrà espiare una pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione, in quanto responsabile dei reati di porto abusivo di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le condanne si riferiscono alle indagini scaturite dall'operazione Ghost, conclusa nel 2009 dalla Polizia di Stato, con la quale è stata fatto luce su un giro di droga che avrebbe interessato nello specifico il territorio compreso tra i comuni di Pizzo, Soriano, Sorianello e Gerocarne. Capomolla e Nardo sono stati tradotti presso il carcere di Vibo, mentre Sabatino è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. 

     

  • Fabrizia, arrestato latitante in Svizzera Fabrizia, arrestato latitante in Svizzera

    mini polizia_cantonaleLa Polizia cantonale ha arrestato nei giorni scorsi in Svizzera Antonio Montagnese, 35 anni di Fabrizia, ritenuto al vertice dell'omonimo clan Montagnese-Nesci, e già condannato in Cassazione ad una pena di 9 anni di reclusione con l'accusa di associazione mafiosa. Il 35enne era rimasto coinvolto nell'operazione “Domino”, scattata nel 2007. Montagnese è il genero di Bruno Nesci, anche lui al vertice della consorteria mafiosa. Subito dopo la sentenza della Cassazione, arrivata nel maggio di quest'anno che ha certificato l'esistenza di un locale di 'ndrangheta a Fabrizia, Montagnese si era dato latitante in Svizzera, ma la Polizia Cantonale dopo mesi di ricerche è riuscita a rintracciarlo. 

     

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)