Domenica, 18 Aprile 2021 11:21

Petrolmafie, 4 consiglieri di Stefanaconi presentano una mozione di sfiducia contro Solano

Scritto da Redazione
Letto 739 volte

I consiglieri comunali di Stefanaconi Nicola Carullo, Carmelo Di Sì, Antonio Fortuna e Salvatore Maluccio hanno inoltrato al presidente del Consiglio comunale una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Salvatore Solano, «da essere predisposta in una prossima seduta».

«Tale grave decisione - scrivono i consiglieri - è un atto politico dovuto, stante la serie di circostanze quanto mai delicate riportate in un intero capitolo della Dda di Catanzaro (l’inchiesta “Petrolmafie”, ndr), che interessano il sindaco Solano. L'inchiesta, infatti, richiama sconcertanti dialoghi e disdicevoli atteggiamenti dello stesso, per come dettagliatamente descrivono i pm del procuratore Gratteri. Il sindaco non è indagato ma, nonostante ciò, si pone inevitabilmente una gravissima questione etico morale, bussola questa, del pensiero, del comportamento e dell'azione di ogni rappresentante delle istituzioni. L'art. 141 del TUEL, in tal senso, prevede anche Io scioglimento del Consiglio comunale e, in questo caso, contestualmente, si andrebbe a verificare quello provinciale. Siamo, quindi, di fronte a una pesante responsabilità politica che ci porta a valutare le conseguenze del nostro comportamento oggi in tale sede. Per cui, onde evitare che Stefanaconi e la Provincia di Vibo Valentia possano subire le disastrose conseguenze di carattere politico, gestionale e amministrativo, i sottoscritti, dopo aver chiesto al sindaco un atto di responsabilità, invitano ora i consiglieri comunali a votare la presente mozione di sfiducia».

In merito alla seduta del Consiglio svoltasi venerdì scorso, i firmatari della mozione non comprendono la «scomposta reazione del sindaco nei nostri confronti, di fronte a un atto di biasimo quanto mai dovuto sui suoi atteggiamenti riportati nell’inchiesta Petrolmafie dalla Dda di Catanzaro. Non siamo stati certo noi a rendere noti quei suoi comportamenti, ancor meno abbiamo fatto alcun commento sugli stessi. Per cui, se il sindaco Solano ritiene di non diversi riconoscere, ovvero che gli stessi siano stati riportati in maniera distorta, è al procuratore Gratteri che li ha resi noti o alla stampa, che successivamente li avrebbe travisati, che dovrebbe rivolgere le sue rimostranze. Se poi tutto dovesse corrispondere al vero e quindi in quei comportamenti il sindaco Solano non troverebbe nulla di strano, allora la circostanza è davvero ancora molto più grave e preoccupante».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)