Venerdì, 28 Luglio 2023 17:43

Addio a Michele Kalamera, il grande doppiatore "innamorato" di Serra

Scritto da Redazione
Letto 3120 volte
Michele Kalamera all'interno della Certosa di Serra San Bruno (foto di Bruno Tripodi) Michele Kalamera all'interno della Certosa di Serra San Bruno (foto di Bruno Tripodi)

Aveva sempre rifiutato etichette come "maestro" e gli piaceva definirsi come un «orecchiante». Eppure Michele Kalamera, morto all'età di 84 anni martedì scorso e i cui funerali si sono tenuti oggi, era davvero un gigante nella sua professione. Nato a Conegliano, in provincia di Treviso, aveva esordito come doppiatore nel 1966. Dieci anni dopo la sua voce si legò indissolubilmente al volto di Clint Eastwood, che lo scelse personalmente per "Il texano dagli occhi di ghiaccio" e da allora volle che fosse la sua voce italiana per i decenni successivi. 

Ma nella sua lunga carriera Kalamera ha doppiato altri grandissimi attori come Steve Martin, Michael Caine, Robert Duvall, Donald Sutherland, Robert Redford, Roy Scheider, F. Murray Abraham, Cristopher Plummer, Burt Reynolds, Christopher Lee, Jack Palance, David Bowie, Ben Kingsley, Max von Sydow e Anthony Hopkins. Ed è stato anche un attore teatrale fondando, nel 1963, il teatro stabile dell'Aquila assieme a Gigi Proietti. 

Aveva un legame speciale e indissolubile con il territorio delle Serre, tanto da aver pensato anche di recente, come ricorda il suo amico fotografo Bruno Tripodi, di venire a vivere a Serra San Bruno. «Terrò nel cuore i suoi sguardi - ha scritto Tripodi su Facebook - e le lunghe conversazioni sempre leggere e ricche di storie incredibili».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)