Mercoledì, 07 Febbraio 2024 11:18

I veleni social dopo la “guerra” dei carburanti, rinviati a giudizio tre fratelli serresi

Scritto da Redazione
Letto 2852 volte

Tutti a processo. Il gup del Tribunale di Vibo Valentia Francesca Loffredo ha decretato il rinvio a giudizio per i fratelli Maurizio, Ferruccio e Fioravante Schiavello, imprenditori di Serra San Bruno, nell’ambito dell’inchiesta relativa che rappresenta la coda della cosiddetta “guerra dei carburanti”, una contesa legale incentrata sulla realizzazione – poi avvenuta – di un nuovo distributore da parte dell’imprenditore Richy Anthony Muzzì.

In particolare, Maurizio Schiavello è chiamato a rispondere delle accuse di stalking, falsa testimonianza, diffamazione e calunnia. Di sola diffamazione sono chiamati a rispondere invece i fratelli Ferruccio e Fioravante. A costituirsi parte civile, oltre a Richy Anthony Muzzì, il fratello Vincenzo David (entrambi difesi dall’avvocato Maurizio Albanese) e Roberto Camillen, responsabile dell’area manutenzione e urbanistica del Comune di Serra San Bruno.

Nel decreto che dispone il rinvio a giudizio si richiamano le contestazioni della Procura in riferimento, tra le altre cose, anche ad alcuni post pubblicati su Facebook – all’indomani di una sentenza di assoluzione emessa dal Tribunale di Vibo nei confronti, tra gli altri, di Muzzì – attraverso i quali, secondo l’accusa, sarebbe stata offesa la reputazione di Muzzì. Relativamente a Roberto Camillen, viene contestata a Maurizio Schiavello l’ipotesi di calunnia.

L’udienza è stata fissata per il prossimo 19 marzo.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)