Domenica, 14 Gennaio 2024 20:12

Santa Maria del Bosco, promossa una petizione per riconsiderare il restyling

Scritto da Redazione
Letto 1561 volte

Riceviamo e pubblichiamo:

Il sito di Santa Maria del Bosco, scelto da San Bruno nel 1091 per l’insediamento della sua comunità monastica e caro alla memoria e alla devozione dei serresi, sta per cambiare radicalmente aspetto. Il progetto che sta per essere eseguito modificherà il piazzale antistante la lenta gradinata del Santuario che presenta, allo stato attuale, una inadeguata copertura di asfalto stradale e pali della luce con cavi aerei in bella vista proprio sul cosiddetto “laghetto”, ovvero il bacino idrico che ricorda la penitenza del Santo tedesco nelle acque gelide del fiume Ancinale.

Un restauro andava, dunque, doverosamente fatto. Il progetto, certamente ben congegnato nei suoi aspetti tecnici, la cui validità non si vuole mettere in discussione, non convince sul piano della tutela e della conservazione del sito originario, fatto costruire nel 1645 dal priore dom Tommaso Cantini da Firenze. La composizione architettonica del laghetto, infatti, è pienamente barocca e vede la trasformazione dello spazio naturale in una quinta scenografica in cui le sculture – considerando la scomparsa dei famosi cani inginocchiati e con ogni probabilità della figura del Conte Ruggero – costituiscono gli attori e offrono con intenti didascalici, la comprensione degli eventi religiosi in chiave controriformata.

Le linee curve del progetto che sta per essere eseguito, collidono con quelle orizzontali della gradinata e l’accostamento dei due stili, quello barocco e quello contemporaneo, stride in maniera evidente. Sarebbe stata più opportuna, a nostro avviso, una pavimentazione con basole di granito, in linea con la tradizione e simile a quella del corso principale della città e, ovviamente l’interramento dei cavi elettrici. Alla luce di queste brevi considerazioni crediamo opportune nuove riflessioni in merito alla modifica di un sito di interesse religioso, storico ed archeologico considerato identitario dai serresi, che costituisce la culla, ormai quasi millenaria, della nostra comunità certosina.

Domenico Pisani (Storico)

Salvatore Dominelli (Docente Accademia Belle Arti e Artista)

Salvatore Regio (Architetto)

Casa della Cultura “Sharo Gambino”


I promotori proporranno la sottoscrizione della lettera anche alla cittadinanza

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)