Sabato, 04 Marzo 2023 10:26

Serra, la biblioteca comunale “Enzo Vellone” accoglie oltre 4000 volumi del “Fondo Franco Tassone”

Scritto da Redazione
Letto 2357 volte

Riceviamo e pubblichiamo:

La biblioteca “Enzo Vellone” si arricchisce di un importante contributo che qualifica ulteriormente la sua specializzazione su temi della Calabria e del Mezzogiorno. Grazie alla donazione del “Fondo Franco Tassone” (a cui è stata ora dedicata un’apposita sezione) da parte dei figli Bruno e Kita, possono essere consultate rilevanti informazioni sull’essenza dell’essere calabrese, sulla storia e sulla cultura di questa terra e di questo popolo.

CHI ERA FRANCO TASSONE

Editore, giornalista, politico, giudice e avvocato, Franco Tassone è stato un interprete della Calabria positiva e che cerca il riscatto. È intervenuto a sostegno della popolazione nei momenti di particolare difficoltà (ad esempio durante l’alluvione di Fabrizia nel 1973 e il terremoto dell’Irpinia del 1980). A Vibo aveva fondato il Circolo Salvemini e il Movimento meridionale. Era molto legato all’ambiente naturale e si era dedicato all’approfondimento della questione ecologica. Negli ultimi anni era stato presidente del Movimento “Unione mediterranea”.

LA DONAZIONE 

Nella donazione sono compresi gli scaffali che si trovavano nella sede originaria della biblioteca e nella sistemazione dei volumi si è cercato, per quanto possibile, di mantenere la collocazione originaria senza stravolgere il senso che Franco Tassone aveva dato alla propria biblioteca. Il Fondo si compone di 4395 pezzi tra libri e riviste. La parte più consistente dei volumi è dedicato alla Calabria e si compone di 1420 pezzi: è possibile trovare testi sui luoghi, sulla storia e sulle tradizioni calabresi, nonché biografie e opere di autori calabresi. Altra sezione importante è quella dedicata al Meridione e alla questione meridionale che si compone di 1064 volumi. Nel Fondo è compresa la collezione della Jaka Book, casa editrice che ha collaborato per un periodo con “Qualecultura” (casa editrice con sede a Vibo Valentia e diretta dallo stesso Franco Tassone), che  si compone di circa 200 volumi. Altre sezioni del Fondo sono dedicate alla storia, alla poesia, alla filosofia, alla politica e molti volumi fotografici tra cui alcuni di pregio, come la collezione della casa editrice FMR e Tourig Club Italiano. Una corposa sezione è quella dedicata alla religione: in essa si possono trovare volumi di storia, filosofia, biografie e testi fondamentali del Cristianesimo. Al Fondo va aggiunta una precedente donazione fatta dalla famiglia Tassone che comprende la collezione completa della casa editrice “Qualecultura” di circa 300 volumi e la collezione completa della rivista “Quaderni del Sud - quaderni calabresi dal 1964 al 2022”.

I COMMENTI 

«Quando nostro padre è venuto a mancare – hanno affermato Bruno e Kita Tassone, figli del giudice – ci siamo interrogati sul da fare per onorare al meglio il suo ricordo. La sua attività culturale, professionale, politica è stata sempre in adesione con i nostri territori ai quali ha guardato con passione e cercando le strade per un loro riscatto e rinascita». Bruno e Kita Tassone hanno precisato che il padre aveva cominciato a raccogliere libri da quando era studente di Giurisprudenza a Napoli poi nell’immediato Dopoguerra e fino a poco prima della morte. «La sua personale biblioteca – hanno precisato – rispecchia la sua curiosità culturale, spaziando in numerosissimi ambiti del sapere. Questo patrimonio non doveva restare chiuso negli scaffali di casa anche perché la sua sfera privata non è mai stata scissa da quella pubblica. Abbiamo pensato che una biblioteca dove questo patrimonio fosse messo a disposizione della gente, fosse il luogo ideale di collocazione e che dovesse restare quanto più vicino al suo paese di origine, Spadola, al quale è amorevolmente rimasto legato fino al suo ultimo giorno. La nostra scelta è così andata sulla biblioteca Vellone di Serra San Bruno che ringraziamo con affetto e amicizia per la accoglienza premurosa dei volumi di nostro padre e per il lavoro svolto con perizia e pazienza per creare il Fondo Franco Tassone».
Molto soddisfatto il consigliere Raffaele Andrea Pisani che ha ribadito la volontà e la determinazione nel portare avanti un progetto dalla forte valenza culturale, ricordando l’assiduo lavoro di recupero dell’archivio comunale «prima abbandonato nell’incuria» e di «costruzione di una vera biblioteca che ha l’ambizione di porsi come punto di riferimento per chi intende conoscere la realtà calabrese». 
«Aprire una biblioteca specializzata sulla Calabria e sul Meridione – ha aggiunto il sindaco Alfredo Barillari – è un impegno mantenuto di cui andiamo fieri. Per l’amministrazione comunale poter contare sul nome e sul sapere di una mente brillante come quella di Franco Tassone è motivo di orgoglio. Abbiamo voluto con forza questa collaborazione con la famiglia Tassone, che ringraziamo per aver creduto nel nostro progetto di realizzare una biblioteca capace di valorizzare la memoria e la cultura del nostro popolo, che si è rivelata proficua e ha prodotto un risultato di rilievo».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)