Domenica, 16 Febbraio 2020 11:37

Serra, l’Avis cresce sempre più e tra i donatori c’è chi taglia traguardi importanti

Scritto da Salvatore Albanese
Letto 1335 volte

Una potente locomotiva che marcia inarrestabile sui binari della solidarietà e della generosità. Avanza spedita di stazione in stazione, pronta di volta in volta ad accogliere a bordo un numero sempre crescente di volontari. Un percorso ormai consolidato nel tempo, costellato di sempre nuove soddisfazioni. Si respira grande entusiasmo tra i soci donatori dell’Avis di Serra San Bruno, che anche in occasione della donazione di ieri, sabato 15 febbraio, hanno conseguito risultati importantissimi, indicativi della grande generosità che caratterizza le comunità del comprensorio. Sono state infatti ben 36 le sacche di sangue raccolte con i prelievi realizzati nella sede dell’associazione, sita all’interno dell’ospedale di Serra San Bruno.

Molti dunque i volontari presenti, ai quali si aggiungono molti altri attivisti che per impedimenti personali non hanno potuto donare e potranno di certo rifarsi nei prossimi appuntamenti, ma tra tutti da menzionare è sicuramente uno dei donatori più longevi: Vito Albano, tra i più attivi nel sodalizio e che proprio nella mattinata di ieri ha raggiunto l’importante traguardo della cinquantesima donazione. Circostanza, questa, che ha portato Albano al conseguimento della medaglia d’oro del donatore, una benemerenza riconosciuta dal regolamento ufficiale Avis, attribuita dunque non solo in relazione al numero delle attività donazionali ma anche in virtù della fedeltà associativa. Ma al di là dei numeri, l’impressione è che il gruppo degli attivisti Avis di Serra San Bruno sia diventato ormai sempre più un punto di riferimento per il tessuto sociale di Serra San Bruno e per le altre città del comprensorio delle Serre, un’istituzione che ha trovato conferme nel tempo e che sembra crescere inarrestabile di giorno in giorno, sia per numero di donatori coinvolti sia per il grande entusiasmo che si respira attorno alle iniziative promosse.

Lo stesso entusiasmo emerge dalle parole del presidente Franco Casini che ha voluto ricordare come sia importante «continuare a donare, perché donare significa salvare la vita di molte persone. Ci proponiamo di continuare con le nostre attività – ha aggiunto Casini – che ci stanno portando grandi soddisfazioni e ancora una volta intendo ringraziare a nome del Direttivo che mi onoro di rappresentare tutti i volontari e i soci donatori che con la loro generosità continuano ad aiutare gli ammalati che necessitano di sangue e di emoderivati. Un grazie sentito va anche a tutti quelli che ci hanno affiancato in questi anni, in questo lungo percorso ricco di soddisfazioni e di traguardi importanti, ma che ora per motivi di salute o per raggiunti limiti di età non possono più donare». Casini, che riveste la carica già da circa tre anni, ha poi invitato in particolare le persone che non hanno mai aderito alle attività dell’Avis di Serra San Bruno ma che sono mosse da curiosità ed interesse ad avvicinarsi a questa realtà sempre più presente sul territorio.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno