Mercoledì, 19 Febbraio 2014 12:13

Sorical, danno erariale per oltre 1 milione. Contestati gli incarichi legali assegnati nel 2012

Scritto da Redazione
Letto 1754 volte

 

mini sorical 2La Corte dei Conti ha ricevuto dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro la segnalazione di un danno erariale per oltre un milione di euro. Il reato risulterebbe riferito agli incarichi legali a professionisti esterni, nominati dalla Sorical spa, società partecipata a maggioranza dalla Regione Calabria per la gestione delle risorse idriche regionali. Il conferimento delle consulenze esterne – secondo gli inquirenti – sarebbe avvenuto attraverso procedimenti «non conformi alle disposizioni di legge». Conferimenti con cui Sorical, di fatto, per tutto il 2012 ha affidato ad una serie di studi professionali diverse consulenze legali, ma senza il rispetto delle procedure concorrenziali

a tutela dell’imparzialità e del buon andamento della pubblica amministrazione nell’assegnazione di incarichi o commesse ad enti esterni.

Dalle indagini sarebbe emerso che la Sorical Spa ha quindi conferito incarichi per l’ammontare di diversi milioni di euro a studi legali con sede anche fuori regione, omettendo quindi le procedure comparative ad evidenza pubblica atte a garantire l'individuazione e la selezione delle offerte economicamente più convenienti, così come imposto dalla legge competente. «La società – hanno spiegato i vertici della Guardia di Finanza - agendo alla stregua di un qualunque privato cittadino, noncurante delle norme e dei criteri prescritti dalle obbligatorie procedure selettive per l’affidamento di servizi nell’interesse di aziende pubbliche o a capitale partecipato, ha siglato accordi contrattuali con studi professionali e legali, basandosi esclusivamente su criteri di natura puramente fiduciaria». L’ammontare totale degli incarichi conferiti ammonterebbe ad un totale 1.041.709 euro, segnalati quale danno erariale a carico dell’amministratore pro tempore della società.

 

Articoli correlati (da tag)

  • Acqua, il Tar conferma: tariffe Sorical illegittime. Il "Bruno Arcuri": lo denunciamo dal 2010 Acqua, il Tar conferma: tariffe Sorical illegittime. Il "Bruno Arcuri": lo denunciamo dal 2010

    Il Tar Calabria si è finalmente espresso sulla questione sollevata dal Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri” già dal 2010, in piena raccolta firme per i quesiti referendari sull’acqua, rispetto alle tariffe idriche modificate direttamente in Calabria da Sorical Spa (leggi la sentenza).

  • Vibo, bancarotta fraudolenta: i dettagli dell'inchiesta 'Bad company' Vibo, bancarotta fraudolenta: i dettagli dell'inchiesta 'Bad company'

    Sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa tenutasi alle 12, presso i locali della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, alla presenza del procuratore capo, Mario Spagnuolo, i dettagli dell'operazione portata a termine stamane dagli agenti del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di finanza di Vibo, i quali hanno tratto in arresto sei persone accusate, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta e documentale.

  • Bancarotta fraudolenta, arresti e sequestri tra il Vibonese e l'Emilia Romagna Bancarotta fraudolenta, arresti e sequestri tra il Vibonese e l'Emilia Romagna

    È in corso, tra Calabria ed Emilia Romagna, un’operazione del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di finanza di Vibo Valentia che, in esecuzione di un’ordinanza del gip del Tribunale di Vibo Valentia, sta eseguendo sei ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti indagati per i reati di bancarotta fraudolenta e bancarotta documentale, scaturiti da un’indagine delegata dalla Procura di Vibo Valentia sul fallimento di una società - il "Blue Paradise" di Parghelia, della famiglia Comerci - operante nel settore della gestione di strutture turistico alberghiere nella Costa degli Dei. 

  • Strada del mare, sequestro da 5 milioni a imprenditori, funzionari ed ex dirigenti della Provincia Strada del mare, sequestro da 5 milioni a imprenditori, funzionari ed ex dirigenti della Provincia

    VIBO VALENTIA - Gli uomini del Comando provinciale della Guardia di finanza di Vibo Valentia stanno dando esecuzione in queste ore ad un provvedimento di sequestro di beni nell'ambito dell'indagine avviata da tempo dalla Procura della Repubblica di Vibo in merito ai lavori di quella che è stata denominata come "la strada del mare", ovvero l'arteria provinciale (ex statale 522) che si snoda lungo il litorale tirrenico e che avrebbe dovuto collegare Pizzo a Rosarno. 

  • Distratti beni per circa 400mila euro: denunciati tre imprenditori del Vibonese Distratti beni per circa 400mila euro: denunciati tre imprenditori del Vibonese

    Gli uomini della Guardia di Finanza della Compagnia di Vibo Valentia hanno scoperto e denunciato alla locale Procura della Repubblica un rilevante caso di bancarotta fraudolenta, del quale si sono resi responsabili tre imprenditori del Vibonese, operanti nel settore commerciale, i quali hanno fraudolentemente distratto all'attivo fallimentare beni e disponibilità finanziarie per circa 400mila euro, sottraendoli dunque ai creditori. 

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)