Giovedì, 30 Settembre 2021 19:10

Aumento della Tari a Serra, Barillari: «Costi troppo alti per l’indifferenziata»

Scritto da Redazione
Letto 1269 volte

Si è tenuta oggi, all’interno del Municipio di Serra, una conferenza stampa indetta dall’amministrazione Barillari, per chiarire le motivazioni che hanno portato all’aumento della tassa sui rifiuti (Tari). A prendere per primo la parola è stato il vicesindaco Rosanna Federico, che ci ha tenuto a chiarire come gli aumenti che i serresi si troveranno in bolletta non sono da imputare alla dichiarazione di dissesto. «Al fine di essere trasparenti – ha spiegato Federico – abbiamo deciso di fare questa conferenza stampa per spiegare che gli aumenti non riguardano affatto la dichiarazione di dissesto dell’ente, come qualcuno vorrebbe far credere, bensì l’aumento dei costi di conferimento in discarica passato da 120 euro a tonnellata a 330 per i rifiuti indifferenziati. Così come per l’umido passato da 104 euro a 168 a tonnellata. In più c’è da considerare il conguaglio dei costi del 2020, anno in cui, causa pandemia, sono state applicate le tariffe del 2019. Purtroppo si tratta di un servizio con costo a copertura totale al quale bisogna far fronte».

All’intervento del vicesindaco è seguito quello del primo cittadino Barillari che in primis ha sottolineato come si sarebbe configurato «un ulteriore aumento del 25%» se il servizio della raccolta rifiuti fosse rimasto quello della precedente amministrazione: «Con il nuovo servizio attivato da noi – ha spiegato Barillari – abbiamo ottenuto un risparmio annuo considerevole rispetto al passato». In più sono stati sciorinati i dati sulla differenziata passati da circa il 37% del 2018 a quasi il 50% di oggi. «Il problema principale – ha chiosato Barillari – è che l’Ato di Vibo non avendo un sito di conferimento proprio è costretta a firmare nuovi contratti per il conferimento dei rifiuti. Per questo motivo il nostro obiettivo è differenziare limitando al massimo la frazione indifferenziata. Assieme all’assessore Zaffino abbiamo visitato realtà italiane che in questo campo rappresentano un’eccellenza, come il Comune di Capannori, in provincia di Lucca, tra i primi a fare la raccolta porta a porta nel lontano 2005. Abbiamo recepito delle accortezze per migliorare il nostro servizio». Dunque, il messaggio principe è stato quello di differenziare per pagare sempre meno conferimenti in discarica, aumentati considerevolmente nell’ultimo periodo. Messaggio sposato anche dall’assessore Giuseppe Zaffino che in ultimo ha ribadito, sulla scia di Barillari e Federico, l’importanza di fare la raccolta differenziata.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)