Mercoledì, 22 Gennaio 2020 15:01

Regionali, Matteo Salvini a Serra: «La sinistra parla del passato, perderà con 20 punti di scarto»

Scritto da Redazione
Letto 1349 volte

Ha fatto tappa anche a Serra San Bruno il leader della Lega Matteo Salvini che, stamattina, è stato nel centro dell’entroterra vibonese per una manifestazione in vista delle Regionali in programma domenica prossima, 26 gennaio. Dopo aver visitato il Santuario regionale di Santa Maria del Bosco e il Museo della Certosa, l’ex ministro dell’Interno si è spostato in piazza Monsignor Barillari dove, ad attenderlo, c’era un nutrito numero di iscritti e simpatizzanti, oltre a un gruppo di manifestanti che hanno esposto cartelloni e intonato cori all’indirizzo di Salvini.

«A voi - ha detto il leader della Lega rivolgendosi ai manifestanti - farebbe bene un po’ di vita certosina, fatta di pace e silenzio, altro che “Bella ciao”. Sia in Emilia Romagna che in Calabria ho conosciuto tantissime persone che, per una vita, hanno votato a sinistra e oggi votano Lega, perché ormai il Pd è diventato il partito dei banchieri e dei milionari. Chissà dov’erano i contestatori di oggi quando Oliverio chiudeva gli ospedali in Calabria? Lo sanno che c’è un buco di tre miliardi nella sanità? La gente mi chiede lavoro, che per noi sarà una delle priorità; salute, perché sia in Calabria che in Emilia la sinistra ha chiuso troppi presidi ospedalieri; futuro, agricoltura, turismo. La Calabria è una terra stupenda, ma se non hai le strade per arrivarci, difficilmente crei ricchezza. La sinistra parla solo di passato, mentre ci sono delle terre che vorrebbero parlare di giovani, futuro, strade, porti, aeroporti. Si riparte da questi punti. Il Pd può dire quello che vuole, tanto perderà con venti punti di distacco, ve lo firmo». Sull’arrivo di Berlusconi in Calabria, in programma per la giornata di domani, Salvini ha risposto in modo eloquente: «Più siamo meglio è!». Da Salvini un passaggio riservato anche all’immigrazione: «Sono stufo di avere un’inchiesta ogni sei mesi. Andrò in Tribunale a guardare in faccia il giudice e nel caso in cui mi dovesse dire “tu che hai tutelato l’Italia sei un criminale che devi andare in galera”, poi vediamo come reagiscono gli italiani. Perché ho scelto di venire a Serra San Bruno? Perché qui c’è una tradizione di fede che da cristiano, cattolico e credente mi ha attirato». Salvini ha riservato anche una frecciata al candidato alla Presidenza per il centrosinistra Pippo Callipo: «Preferisco il tonno artigianale a quello industriale».

Terminata la manifestazione a Serra San Bruno, Salvini è partito alla volta di Catanzaro per un’iniziativa presso il teatro comunale.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno