Venerdì, 17 Febbraio 2023 13:25

Anche il Cai aderisce all'appello contro l’eolico selvaggio

Scritto da Redazione
Letto 1181 volte

La Commissione regionale Tutela ambiente montano (CRTAM), organo tecnico del gruppo regionale CAI (Club Alpino Italiano), aderisce all'appello contro l’eolico selvaggio lanciato da decine di associazioni e cittadini (qui il testo). Di seguito il documento in cui vengono illustrate le ragioni dell'adesione.

La CRTAM Calabria, organo tecnico del Gruppo Regionale CAI Calabria, considerando che:

  • La Calabria è fra le prime regioni italiane per numero di aerogeneratori (624 al sett. 2022);

  • La Calabria fra centrali idroelettriche, a biomasse, a gas, impianti fotovoltaici ed eolici, produce ca.17 miliardi di Kwh a fronte un consumo di 5 miliardi di Kwh, pur non avendo i suoi cittadini alcun beneficio economico in termini di diminuzione del costo energetico e a fronte di un fortissimo impatto ambientale e in termini di salute per la presenza di tutti questi impianti;

  • Le pale eoliche generano nello specifico la necessità di esboschi e nuove strade per la costruzione degli impianti, modificano il microclima e il regime di flusso dei venti locali e interferiscono pesantemente col benessere e la tutela dell’avifauna e di tutta la fauna selvatica con diminuzione della biodiversità;

  • Gli impianti eolici introducono come già diverse inchieste hanno documentato, forti elementi di opacità nelle dinamiche finanziarie che vi stanno dietro

  • La durata media della “vita” di un aerogeneratore è di circa 20anni, la struttura è quasi completamente in metallo, le pale sono per oltre il 90% composte di resine, composti carboniosi e quant’altro, al momento il loro smaltimento risulta difficile, oneroso e soprattutto con scarsissime prospettive di riciclo che spesso finiscono a carico della comunità e non delle aziende che hanno sfruttato l’energia prodotta

    e

  • Ritenendo necessario, se lo scopo della produzione di energia dall’eolico è la diminuzione della produzione di inquinanti e CO2, la chiusura per la potenza equivalente generata , di impianti inquinanti sul nostro stesso territorio;

  • Ritenendo la messa in opera di nuovi aerogeneratori frutto anche di una politica neocoloniale che vede nel territorio calabrese un campo dove la partecipazione e l’opposizione della società civile non è significativa;

  • Ritenendo necessaria la partecipazione dei cittadini dei territori interessati anche nelle forme di comitati e associazioni, alle conferenze di servizi in cui si discutano scelte energetiche e ambientali

aderisce all’appello proposto dai Comitati locali e da molte Associazioni ambientaliste sul blocco di ulteriori impianti eolici sul territorio calabrese.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)