Domenica, 09 Ottobre 2022 09:34

Serra, l’Avis spegne 20 candeline e ripropone la “Festa del donatore”

Scritto da Bruno Greco
Letto 1032 volte

Dopo lo stop forzato causa pandemia torna a Serra San Bruno la “Festa del donatore”, promossa dall’Avis comunale guidata dal presidente Franco Casini. Un appuntamento atteso che viene riproposto (dopo l’ultimo del 2018) proprio in occasione dei festeggiamenti del ventennale della nascita dell’importante sodalizio. All’evento sono inviati tutti i donatori attivi che potranno prendervi parte prenotandosi ai numeri presenti nella locandina in basso. L’evento si terrà il prossimo 16 ottobre, a partire dalle 10,30, presso l’Hotel Certosa di Serra San Bruno. Proprio l’Hotel Certosa, negli anni addietro, ha ospitato i vari incontri Avis utili alle donazioni. Per questo motivo il presidente Casini ci ha tenuto a ringraziare il titolare Biagio Amato e il maître Salvatore Valeriano sempre disponibili durante gli incontri, nonché donatori.

La fondazione

L’Avis serrese è nata ufficialmente il 10 marzo del 2002, e la sua fondazione è stata inaugurata in un incontro tenutosi a Palazzo Chimirri alla presenza dell’allora presidente dell’Avis provinciale Biagio Cutrì, dell’amministratore regionale Francesco Cosentini e del consigliere regionale Roberto Macrì. Per i primi due mandati (8 anni) a guidare il sodalizio comprensoriale (oggi comunale) è stato il dottore Nicodemo Napoli, che adesso ricopre il ruolo di vicepresidente regionale. Al dottore Napoli è succeduto per due mandati Raffaele Rullo mentre oggi, eletto a ricoprire la funzione per altri 4 anni è il presidente Franco Casini, subentrato nel 2017.

Sensibilizzazione costante

«Aspettavamo con ansia e tanto entusiasmo questo momento – ha dichiarato Franco Casini – perché l’Avis serrese vive grazie al costante apporto dei propri donatori e per questo motivo la festa a loro dedicata necessitava di essere ripristinata. Ma oltre a celebrare i nostri donatori, oggi, festeggiando anche i 20 anni di attività, vogliamo sensibilizzare sempre di più alla donazione, perché, nonostante i nostri numeri siano buoni – contiamo infatti nel 2022 la raccolta di 273 sacche – si sono abbassati rispetto agli anni pre-pandemia quando toccavamo picchi di 600 sacche. A causa della mancanza di sacche durante il periodo estivo negli ospedali non si è potuto procedere con gli interventi chirurgici non urgenti. Questo fatto ci dice maggiormente quanto le donazioni siano importanti». Insomma, nonostante i numeri discreti, la ricerca di nuovi donatori rimane costante. La donazione del sangue oltre a salvare una vita rappresenta anche una grande forma di prevenzione per il donatore, che attraverso un gesto di solidarietà ha la possibilità di restare vigile sul proprio stato di salute grazie alle analisi.  

I premi

Durante la festa a loro dedicata i donatori saranno premiati con degli attestati di merito: nel dettaglio le benemerenze sono la verde con 8 donazioni, la blu con 16, la rossa con 36, la oro con 50, la smeraldo con 100 e la diamante con almeno 120 donazioni. Ai festeggiamenti del ventennale saranno presenti anche il presidente dell’Avis regionale Franco Rizzuti e dell’Avis provinciale Caterina Forelli assieme ai rappersentanti delle Avis comunali del Vibonese. In più ci sarà la partecipazione di diversi sindaci del comprensorio. Dopo la premiazione l’associazione offrirà il pranzo a tutti i donatori presenti.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)