vincenzo zaffinoSulle ali del legittimo entusiasmo frutto di una stagione da incorniciare, la Serrese - dopo il meritatissimo salto di categoria verso la Promozione e dopo lo storico trionfo in Coppa Calabria - guarda ora con fiducia alla Coppa della Regione: il prestigioso "quadrangolare" organizzato dal Comitato Regionale Calabria della Lega Nazionale Dilettanti.

L’ambito trofeo - a conclusione della stagione sportiva 2013/2014 - vedrà impegnate le prime classificate dei rispettivi quattro raggruppamenti di Prima Categoria. Sono, pertanto, ammesse a prendere parte alla manifestazione l’Asd Juvenilia Alto Jonio (vincente del girone A); l’Asd Uria 2000 (vincente del girone B); l’Asd Calcio Cittanovese (vincente del girone D) e la stessa Asd Serrese (vincente del girone C).

Il quadrangolare si svolgerà il prossimo sabato 10 maggio, a partire dalle ore 15.00, sul campo comunale “Rocco Riga” di Lamezia Terme, appositamente messo a disposizione dalla società Nsd Promosport. Il sorteggio per definire lo schema degli incontri, effettuato di recente nella sede del Comitato Regionale Calabria, ripropone già ad apertura del torneo quella che fu la finale di Coppa Calabria, disputata l’1 maggio scorso proprio sul neutro di Lamezia, tra Uria 2000 e Serrese e conclusasi a vantaggio della squadra del presidente Salvatore Albano.

 Di seguito il calendario completo degli incontri*

Prima semifinale
URIA 2000 - SERRESE ore 15.00
Seconda semifinale
CALCIO CITTANOVESE - JUVENILIA ALTO JONIO ore 16.00

Finale 3° e 4° posto ore 17.00
Finale 1° e 2° posto ore 18.00

* Le gare avranno la durata di quarantacinque minuti ciascuna.


Pubblicato in SPORT

 

realserra imm nuovaUltima giornata di campionato per le compagini impegnate nei gironi della Seconda categoria. Nel raggruppamento F epilogo dolce-amaro per il Real Serra di mister Nicola Fortebuono che in definitiva si guadagna il gradino più basso del podio piazzandosi al terzo posto, a 39 punti, in compagnia del Mammola. Un risultato eccellente che, però, per via della famigerata regola “dei 10 punti” nega ai serresi l’accesso ai play off. Infatti, secondo il regolamento, gli spareggi per la corsa alla promozione in prima categoria – che avrebbero dovuto coinvolgere anche terza, quarta e quinta in classifica – nel girone F non verranno però disputati proprio per un distacco superiore alle 10 lunghezze tra la prima classificata e la terza. Di conseguenza, risultati alla mano, a guadagnarsi l’accesso diretto in prima categoria sono soltanto il Nicotera (secondo classificato) e, soprattutto, la Rombiolese, vera dominatrice del campionato.

Per la cronaca della partita di ieri, il Real Serra, impegnato in trasferta sul campo del Vigor Sant’Onofrio, è sceso in campo con Valenti, Politi, Capone, Gamo, Bertucci, Maiolo, Tripodi, Vallelunga, Tassone, G. Pisani, e Iozzo. A dominare la prima frazione di gioco sono stati proprio i ragazzi del presidente Bruno Masciari, tanto da riuscire a conquistare il vantaggio al 32’ con una prodezza di Bruno Vallelunga. La risposta del Sant’Onofrio giunge però al 14’ del secondo tempo, quando Amante trova il pari con un gol in probabile posizione di fuori gioco. Nel finale arriva il forcing dei padroni di casa ma che, nonostante qualche ghiotta occasione, non riescono a siglare il raddoppio. Giusto il pareggio.

Ritornando alla classifica, se la situazione nelle zone alte è ormai ben definita e le promosse Rombiolese e Nicotera hanno già brindato alla meritata prima categoria, rimangono grossi interrogativi per la retrocessione. Ad approdare – loro malgrado – ai play out troviamo la Joppolese contro la vincente dello spareggio preliminare tra Nuova Mileto e Galatro. Direttamente retrocessa in terza categoria, l’ultima classificata, San Costantino, già da tempo esclusa dal campionato.

RISULTATI 26a giornata

Galatro   Rombiolese                    1 - 4

Nicotera   Grotteria                      2 - 0

Nuova Mileto   Hierax                   3 - 1

Real Spilinga   Joppolese            3 - 3

Vigor Sant’Onofrio Real Serra   1 – 1

 

CLASSIFICA

Rombiolese 53

Nicotera 52

Real Serra 39

Mammola 39

Grotteria 36

Vigor Sant’Onofrio 36

Real Spilinga 28

Allarese 24

Hierax 23

Nuova Mileto 22

Galatro 17

Joppolese 6

San Costantino esclusa dal campionato.

 

I VERDETTI

Rombiolese e Nicotera promosse direttamente in prima categoria

Play out tra Joppolese e la perdente dell’incontro tra Galatro e Nuova Mileto

San Costantino retrocessa direttamente in terza categoria

 

Pubblicato in SPORT

mini real_serra_esordientiSi disputerà domani, alle 16.30, presso il Palasport di via San Brunone, la partita valida per il girone B del campionato provinciale di calcio a 5, categoria Esordienti, tra il Real Serra e la Polisportiva Maierato. La sfida di esordio, che è andata in scena mercoledi 2 aprile presso lo stadio comunale di Vazzano, ha visto prevalere la Vazzanese sul Real Serra con il risultato di 3 a 2, dopo un incontro spettacolare, giocato all’insegna dei sani principi sportivi. Da segnalare l’ottima prova per il Real Serra del giovanissimo Francesco Zaffino, classe 2003, e del forte portiere Flavio Marino, classe 2002. Per la Vazzanese, invece, da segnalare l'ottima prestazione del piccolo De Caria. Tanta voglia di riscatto, dunque, per i ragazzi del presidente Bruno Masciari, alla loro prima competizione e prima partita tra le mura amiche. Durante la stagione sportiva i ragazzi sono stati seguiti e preparati da Francesco De Caria. Si attende, dunque, un pubblico numeroso, formato da genitori e parenti dei ragazzi, ma soprattutto da appassionati di calcio oltre che da curiosi. Saranno presenti anche le altre categorie a supportare i ragazzi, oltre che i tesserati della prima squadra e la dirigenza guidata dal presidente Masciari. "Il settore giovanile - ha affermato il patron - è uno dei pilastri della nostra associazione. Il Real Serra, fondato a luglio 2012, è nato come centro di aggregazione e mezzo di valorizzazione dei giovani del circondario serrese. Al momento il Real Serra vanta ben 80 atleti circa tra le categorie primi calci, pulcini, esordienti e giovanissimi e la prima squadra composta per il 90% da ragazzi di Serra San Bruno. Faccio i miei complimenti a Francesco De Caria per il lavoro svolto sia come club manager che come istruttore di scuola calcio. Andiamo avanti e cerchiamo di migliorarci sempre di più".

 

Pubblicato in SPORT


mini real_serranuovoSi alza il sipario sull’ottava giornata del campionato di Seconda categoria e i riflettori sono tutti puntati sulla gara che vedrà di fronte Real Serra e Mammola. L'incontro si disputerà domenica pomeriggio allo stadio comunale "La Quercia" con inizio alle ore 15. Con il primo posto ormai ben consolidato dalla Rombiolese, i giochi sono ancora tutti aperti per occupare una posizione nei playoff che garantiranno la seconda promossa del girone. Il Real Serra, archiviata la cocente sconfitta di Antonimina, si è subito rialzata con la vittoria nel derby di sette giorni fa contro l’Allarese; dall’altra c’è un Mammola agguerito che nelle ultime quattro partite ha inanellato la serie di una sconfitta e tre pareggi consecutivi.

I tre punti fanno dunque gola ad entrambe le formazioni, che sperano in un passo falso delle altre contendenti alle prime posizioni, anche in virtù di una classifica corta che potrebbe sconvolgere quella finale, domenica dopo domenica.

Se nei reparti arretrati non ci sono dubbi per mister Fortebuono, il tecnico chiaravallese dovrà inventarsi un attacco orfano già del bomber Maida a cui si è aggiunto per un brutto infortunio nella gara di Fabrizia anche una pedina importante come Simone Stingi, obbligato ad una sosta forzata per qualche settimana.

Non solo calcio nella gara di domenica,ma anche tanta vicinanza dal team del presidente Masciari alla famiglia di Salvatore Cirillo, prematuramente scomparso sul lavoro qualche giorno fa. Infatti è stata positivamente accolta dalla delegazione provinciale della Lega Nazionale Dilettanti, la richiesta presentata dal Real Serra di poter osservare un minuto di raccoglimento per questa ennesima vittima del lavoro.  

Pubblicato in SPORT

mini allareseRiceviamo e pubblichiamo

Rispondo alle dichiarazioni lette sull’articolo di lunedì 10 marzo u.s. del quotidiano online il “Vizzarro”, dove si riportano i fatti accaduti duranti la partita tra Allarese e Real Serra, seconda categoria, girone “F” Comitato di Vibo Valentia.

Premesso che il mio non è un tentativo di giustificare gesti del genere che, anzi, condanno, ma solo far conoscere l’altra faccia della medaglia.

Preciso che l’aggressione subita dall’arbitro da parte del giocatore S. Cirillo è avvenuta dopo l’espulsione dello stesso giocatore e non prima. Espulsione molto discutibile, in quanto il sig. S. Cirillo stava protestando, in modo vivace ma non violento, per un grave errore arbitrale. Nello specifico, l’errore arbitrale è avvenuto al 2° minuto di recupero del secondo tempo sul risultato di 2 a 0 per il Real Serra, quando il sig. Lapa chiama un fuorigioco a dir poco inesistente, infatti, tra il giocatore dell’Allarese che riceve il pallone e il portiere avversario c’erano ben tre giocatori del Real Serra. Questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso, considerando le innumerevoli “sviste” perpetrate, fino ad allora, a discapito dell’Allarese e l’atteggiamento assunto, ad un certo momento della partita, da parte dell’arbitro nei confronti dei giocatori, a tal proposito riporto una singola frase detta dal sig. Lapa: “Stai zitto ed allontanati”. Ed è qui che la storia poco ha a che vedere con il calcio e lo sport in generale. Storia dove l’arbitro, e non suo malgrado, è protagonista. Storia dove l’arbitro, cioè persona imparziale nel contesto, ha leso l’intelligenza e la dignità dei giocatori, del mister e dell’intera dirigenza dell’A.S. Allarese.

Ricordo a me stesso che dietro ogni partita ci sono molti sacrifici, dispendio di energie e di soldi da parte di tutte le Società a qualsivoglia livello e categoria. Poi arrivi alla partita e le decisioni, scellerate, di un singolo mandano a monte tutto quello che hai creato con sacrificio, e ci sta leggere lo sconforto sui volti dei giocatori, come ci sta perdere perchè gli avversari sono più forti, perché quello è un giorno sfortunato ed, anche, per qualche svista arbitrale. Ma oltre alla sconfitta subire la beffa, così palese, non è più sport. Questo è mancanza di serietà professionale, questo è distruggere quello che dovrebbe creare lo sport, cioè momenti di fratellanza, momenti di unione, momenti di puro divertimento.

Faccio i complimenti al giocatore del Real Serra, Gregorio De Caria, che ha saputo sfruttare al meglio un rigore, giusto, ed una punizione, dubbia, trasformandoli in gol. Ma oltre a questi due episodi non ricordo altri tiri in porta da parte dei giocatori del Real Serra.

Tuttavia, la cosa che mi lascia perplesso sono le dichiarazioni del Presidente, Bruno Masciari. Caro Presidente, mister Rullo ha dichiarato che l’operato dell’arbitro ha penalizzato l’Allarese con le sue decisioni, e non si riferiva solo alle ammonizioni combinate ai giocatori dell’Allarese (si vada a vedere il taccuino dell’arbitro), ma a tutte le “sviste” verificatesi durante la partita. Non ha mai detto che i giocatori del Real Serra si sono comportati in modo scorretto nei confronti dell’Allarese.

Vorrei dire, in ultimo, al Presidente Masciari ed al dirigente, Giuseppe Tassone, che prima di dare sentenze sugli altri guardino in casa propria. Basta che vadano a rileggere il Comunicato Ufficiale della LND di Vibo Valentia n. 78/489 della stagione sportiva 2012/2013.

Infine, faccio gli auguri vivissimi di pronta guarigione al giocatore Simone Stingi.


Il presidente dell'A.S. Allarese

Romolo Tassone


Pubblicato in SPORT

 

mini masciari_real_serraStorie di ordinaria follia. Che poco hanno a che vedere con il calcio e con lo sport in generale. Storie che, purtroppo, si ripetono di frequente nei campionati dilettantistici e che vedono, loro malgrado, protagonisti gli arbitri.
 
Ci stiamo riferendo a quanto accaduto ieri nel corso della partita tra Allarese e Real Serra, valida per la ventesima giornata del campionato di Seconda categoria, girone ''F''. L'incontro, ormai, volgeva al termine quando il direttore di gara, il signor Lapa di Vibo Valentia, sarebbe stato aggredito da un giocatore dell'Allarese, S.Cirillo, poi espulso. Inevitabile la decisione dell'arbitro di sospendere l'incontro e, giovedì pomeriggio, dal Comitato Provinciale Vibo Valentia della Lega Nazionale Dilettanti, uscirà il comunicato ufficiale con i provvedimenti del giudice sportivo. Probabile, dunque, la stangata nei confronti dell'Allarese.
 
Fino a quel momento, il Real Serra stava conducendo abilmente l'incontro. La squadra del patron Bruno Masciari, infatti, era in vantaggio per 2 a 0, grazie alla doppietta di Gregorio De Caria, autentico perno del centrocampo serrese che, ancora una volta, ha dimostrato di meritare categorie nettamente superiori. 
 
L'epilogo del derby della montagna, dunque, non è stato quello sperato. Il presidente del Real Serra, Bruno Masciari, interviene chiarendo alcune situazioni che si sarebbero verificate nel corso dell'incontro: «Fino alla sospensione - ha dichiarato il numero uno della squadra - i miei ragazzi stavano conducendo meritatamente e con il minimo sforzo e, nonostante le assenze importanti, il Real Serra si rilancia verso la zona playoff. La gara è stata condotta correttamente ed in maniera trasparente dal direttore di gara, senza alcun favoritismo. Ci tengo a fare questa precisione, perchè il tecnico dell'Allarese, Rullo, sulle pagine de ''Il Quotidiano della Calabria'' ha dichiarato testualmente che l'arbitro avrebbe diretto l'incontro in una sola direzione e con ammonizioni solo nei confronti dell'Allarese. Non sono d'accordo. La mia squadra fino ad oggi si è contraddistinta per la massima correttezza ed il rispetto nei confronti dell'avversario, raggiungendo ottimi risultati sul campo e dimostrando altresì di avere ottimi giocatori». Masciari, però, ci tiene anche a precisare che «contrariamente a quanto pubblicato nell'edizione odierna de ''L'Ora della Calabria'', non c'è stato alcun tipo di scontro tra i giocatori presenti sul terreno di gioco». Il presidente del Real Serra conclude esprimendo «piena solidarietà al signor Lapa di Vibo Valentia per quanto accaduto» e «all'intera categoria arbitrale» per «l'ennesimo episodio spiacevole». Anche il dirigente Giuseppe Tassone ha voluto esprimere la propria opinione: «Il calcio e lo sport in generale - ha affermato Tassone - sono un'altra cosa rispetto a quanto accaduto ieri». 
 
Nel corso dell'incontro da segnalare anche l'infortunio di Simone Stingi, sostituito al ventesimo del primo tempo. Il giocatore ha riportato una distorsione che lo costringerà a rimanere fermo per almeno due settimane. 

 

Pubblicato in SPORT

mini serrese2013-2014Primo ko stagionale per la Serrese nel campionato di Prima categoria, che dopo quindici vittorie e quattro pareggi, ha assaporato anche il gusto amaro della sconfitta. I biancoblu hanno, infatti, perso di misura contro il Campora nell'anticipo di sabato, ma si tratta sostanzialmente di una sconfitta indolore per la squadra di mister Amoroso. Il Badolato, infatti, non è sceso in campo perchè avrebbe dovuto affrontare la Zungrese che, a sua volta, si è ritirata dal campionato, e adesso la seconda posizione è occupata proprio dal Campora. I punti che separano, però, la Serrese dalla diretta inseguitrice sono ben tredici e quando ormai mancano soltanto otto partite alla fine delle ostilità, è improbabile pensare ad un capovolgimento della situazione nelle parti alte della classifica in questi ultimi impegni rimasti. Serrese, dunque, sempre saldamente al comando. 

È bagarre in zona playoff, dove vincono soltanto Fronti (in trasferta a Chiaravalle) e, appunto, il Campora. Per il resto, non disputata Badolato - Zungrese, mentre il Nicastro - che attualmente occupa l'ultimo posto utile per l'accesso agli spareggi promozione - è stato sconfitto di misura a Gasperina. Risultato tennistico a Bivongi, dove la squadra di casa si è imposta sul Pianopoli con un netto 6 a 0. 

Riportiamo di seguito i risultati della ventiduesima giornata e la classifica

Campora  Serrese 1 - 0 (giocata sabato)
Badolato Zungrese Non disputata
Chiaravalle Fronti 2 - 3
Gasperina Nicastro 2 - 1
Piscopio Nicotera 2 - 1
Terina San Calogero 2 - 1
Bivongi Pianopoli 6 - 0
Maida Stilese 0 - 0

 

Classifica

Serrese 49
Campora 36
Badolato 34
Fronti 33
Nicastro 29
Nicotera 29
Gasperina 28
Piscopio 28
San Calogero 26
Pianopoli 26
BivongiPazzano 25
Stilese 24
Maida 23
Chiaravalle 17
Terina 14

Pubblicato in SPORT

 

mini real_serra_immagine_nuovaA.S.D. REAL SERRA: Franzè, Gamo, Tripodi, Coda (23’st Pisani), Politi, Fortebuono (13’st Amato), Randò, Capone, Silipo (31’st Tassone L.), Stingi, Carvelli. In panchina: Valenti, Vallelunga, Bertucci, Tassone M. Allenatore: Fortebuono.

JOPPOLESE: Furci (15’pt Giarchina), Vecchio, Calitro, Falduto, Mancuso, Vecchio F., Vecchio C., Cannizzaro (40’pt Sturniolo), Preiti G. (1’st Preiti F.), Burzi, Pellicari. Allenatore: Putruele.

Marcatori: 3’pt Randò (R), 18’pt Carvelli (R), 34’pt Stingi (R)

Ammoniti: Tripodi (R)

Espulsi: Calitro (J)

Arbitro: Licata di Locri

Nessun problema per il Real Serra del presidente Masciari che, tra le mura amiche, supera senza problemi il fanalino di coda Joppolese nella sfida valida per la sedicesima giornata del campionato di Seconda categoria, girone "F", 3 e accordia il distacco sulle prime tre: la capolista Rombiolese, infatti, è stata sconfitta per 2 a 0 contro il Grotteria; perde anche il Mammola, mentre il Nicotera ha osservato un turno di riposo. Il Real Serra si conferma quarta forza del campionato. Dopo il vantaggio iniziale di Randò intorno al 3' della prima frazione, il raddoppio per i padroni di casa lo sigla Carvelli al 17'. Il gol del definitivo 3 a 0, invece, lo firma Stingi, che realizza al meglio un tiro dagli undici metri. La Joppolese chiude l'incontro in dieci, per l'espulsione di Calitro. Successo meritato, dunque, per i padroni di casa, che anche ieri hanno dimostrato di potersela giocare con chiunque, nonostante il Real Serra sia ancora al primo anno in Seconda categoria. Nel prossimo fine settimana, la squadra di mister Fortebuono affronterà in trasferta lo Hierax, mentre la capolista Rombiolese riposerà. 

Riportiamo di seguito i risultati completi e la classifica aggiornata

Real Serra Joppolese 3 - 0
Grotteria Rombiolese 1 - 0
Real Spilinga Mammola 2 - 0
Vigor Sant'Onofrio Hierax 4 - 0
Galatro Allarese 5 - 1

Riposano: Nuova Mileto e Nicotera

Classifica

Rombiolese 36
Nicotera 30
Mammola 29
Real Serra 25
Vigor Sant'Onofrio 24
Allarese 20
Grotteria 20
Real Spilinga 19
Nuova Mileto 14
Galatro 13
Hierax 13
Joppolese  4


Pubblicato in SPORT

mini serrese2013-2014Con la capolista Serrese ferma ai box per il turno di riposo a causa della decisione della Zungrese di ritirarsi dal campionato, ieri si sono disputate soltanto quattro delle otto gare complessive, nel campionato di Prima categoria, girone ''C''. Vince il Badolato che dunque si avvicina nuovamente alla Serrese (il distacco ora è di sette punti). Rimanendo nella zona playoff, successo anche per il Campora sul Nicastro, mentre il Nicotera - attualmente quarto a pari merito con il  Fronti - subisce un inspiegabile passo falso contro il Maida. Non disputate Chiaravelle - Stilese, Fronti - San Calogero e Bivongi - Piscopio. In quest'ultimo caso, però, non è stata la pioggia a causare lo stop dell'incontro, bensì un infortunio del direttore di gara alla fine del primo tempo, quando il Bivongi stava conducendo il match per uno a zero. Riportiamo di seguito i risultati completi e la classifica aggiornata

Risultati 18^ giornata

Zungrese  Serrese  N.D.
Chiaravalle Stilese  N.D.
Fronti San Calogero  N.D.
Bivongi Piscopio  N.D.
Badoato Real Pianopoli  5 - 0
Terina Gasperina  2 - 1
Maida Nicotera  3 - 0
Campora  Nicastro   2 - 0


Classifica

Serrese  40
Badolato 33
Campora 31
Fronti 24
Nicotera 24
Nicastro 23
Piscopio 22
San Calogero 21
Gasperina 19
Real Pianopoli 19
Maida 18
Stilese 17
Chiaravalle 17
Bivongi 13
Terina 10


Pubblicato in SPORT

mini serrese2013-2014Nel campionato di Prima categoria, girone "C", la Serrese di mister Amoroso fatica più del previsto contro il Gasperina. Ma alla fine quel che conta è il risultato: i biancoblu, infatti, hanno raccolto l'intero bottino, grazie ad un gol di Corsi intorno al ventesimo della prima frazione. La Serrese, dunque, si conferma capolista del girone con un margine abbastanza ampio sulle dirette inseguitrici. Dietro, perde terreno il Nicotera, sconfitto a Pianopoli per 2 a 1. Mentre la sfida tra San Calogero e Nicastro è stata rinviata. In zona playoff, c'è da registrare il passo falso del Campora a Badolato (3 a 1 il risultato finale per i padroni di casa). Il Piscopio espugna Stilo di misura (1 a 0) ed infine il Bivongi rifila un secco 3 a 0 alla Zungrese. Non disputata Maida - Chiaravalle. 

Pubblicato in SPORT
Pagina 2 di 8

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)